MotoGP, Mondiale 2017 – Andrea Dovizioso: “Me la gioco contro il miglior Marquez di sempre, ma sono tranquillo”

Dovizioso-2-FotoCattagni-1.jpg

Andrea Dovizioso parte per Valencia con la tranquillità di chi non ha nulla da perdere. I ventuno punti di ritardo nei confronti di Marc Marquez sono un fardello notevole che, oggettivamente, non può certo far fare sogni di gloria particolari al portacolori della Ducati. Il romagnolo (clicca qui per i suoi precedenti) sa che per vincere il titolo dovrà aggiudicarsi il Gran Premio della Comunità Valenciana (clicca qui per programma e tv) e sperare poi che lo spagnolo si classifichi oltre la dodicesima posizione (clicca qui per gli scenari possibili). Non propriamente una passeggiata di salute. Le sue parole confermano il suo realismo. “Io sono sereno – ha spiegato Dovizioso ai microfoni di Sky Sport – Sono più tese le persone che mi circondano, come mio padre o la mia compagna. Io no, forse perché so di avere dato tutto. In questo campionato mi sono gestito nel migliore dei modi e so che io ed il team abbiamo fatto qualcosa che nessuno portava immaginarsi prima del via del GP del Qatar”.

Con che spirito parti per il fine settimana di Valencia? “Siamo all’ultimo atto della stagione e mi gioco il titolo iridato. So bene che non sarà facile aggiudicarmelo ma cercherò la vittoria e poi vedrò cosa succederà..”

Cosa ti aspetti da Marc Marquez? “Inizierei con il dire che mi sembra la sua migliore versione di sempre. Negli anni scorsi non ho quasi mai lottato fianco a fianco contro di lui, ma mi sembra davvero in un momento di forma eccezionale. Non ha a disposizione una moto dominante, dato che molto spesso è l’unico rappresentante della Honda ai piani altri, per cui merita ancora un plauso maggiore”. 

Nel tuo caso si può parlare di occasione della vita? “So che mi sto giocando molto, ma sono fiducioso anche in ottica futura. Nel 2018 saremo ancora competitivi, io e la mia Ducati. In questi mesi ho limato alcuni miei difetti e lavorato su altri per arrivare a questo punto. Non sarà semplice ripetere le tante vittorie centrare in questo campionato perchè le variabili saranno numerose. Tornerà la Yamaha, per esempio, quindi dovremo valutare le gomme e la nuova moto”. 





WEB TV

Lascia un commento

scroll to top