Moto2, la nuova sfida di Romano Fenati. Servirà un adattamento veloce per essere subito competitivo

Fenati-Valerio-Origo-1.jpg

Archiviata la stagione 2017 del Motomondiale è già tempo di pensare al prossimo anno. Come sempre saranno molti i piloti che cambieranno scuderia e soprattutto categoria e tra questi c’è anche Romano Fenati, che finalmente compierà il salto in Moto2. Un passaggio importante: l’asticella si alza, il livello diventa ancora più competitivo e non c’è più spazio per alibi e chiacchiere. Servirà dunque un adattamento veloce per riuscire a lottare da subito e non finire a sgomitare nelle retrovie del gruppo.

Romano Fenati correrà con il team Marinelli Snipers, lo scorso con cui ha corso quest’anno in Moto3. Rimanere nella stessa squadra sicuramente lo aiuterà, ma non sarà facile fare bene già dalle prime gare, innanzitutto perché si tratterà della prima stagione in Moto2 anche per il team stesso. Il progetto è ambizioso e toccherà dunque al pilota ascolano confermare le aspettative nei suoi confronti, dopo anni in cui il salto di categoria poteva avvenire prima. In Moto2 non può più sbagliare: c’è la carriera in ballo.

Fenati ha 21 anni ma corre nel Motomondiale da quando ne aveva 16. Nel 2012 sorprese tutti vincendo alla seconda gara nel Circus ma non è più riuscito a dare seguito a quel risultato. Nel 2014 lo Sky Racing Team puntò su di lui: un rapporto iniziato tra sorrisi e ambizioni importanti, ma naufragato nel peggiore dei modi, complice il carattere di Romano. Si sono dette tante cose, è stato accusato di scarsa professionalità, di volere tutte le attenzioni su di sé, di non accettare le decisioni del team: la verità la sanno soltanto i protagonisti ma la sostanza è che quella vicenda è stata un freno per la carriera del pilota di Ascoli Piceno, che ha speso cinque anni in Moto3 senza essere mai realmente capace di lottare per il titolo. L’età non è un problema (Joan Mir ha 20 anni ma arriva in Moto2 con tutt’altre credenziali), il carattere può esserlo.

Serve un cambio di rotta e di atteggiamento, quindi, per poter emergere in Moto2. Un po’ come fatto da quel Francesco Bagnaia che ha “approfittato” dell’esclusione di Fenati per prendesi la sella dello Sky Racing Team nella classe intermedia, chiudendo la stagione con il titolo di Rookie of the year. Anche l’avventura in Moto2 è cominciata con il sorriso per Romano. “Siamo una grande famiglia“, ha detto del team. Solo il futuro ci dirà come proseguirà questo viaggio.

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE LE NOTIZIE SUL MOTOMONDIALE 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Valerio Origo

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top