LIVE Italia-Svezia, ritorno playoff Mondiali 2018 in DIRETTA: 0-0, Italia eliminata! APOCALISSE TOTALE, a casa dal Mondiale

Italia-Calcio-Twitter-FIGC-e1507280954971.jpg

Buonasera e benvenuti alla DIRETTA LIVE di Italia-Svezia, ritorno dei playoff di qualificazione ai Mondiali 2018. L’Italia si gioca il tutto per tutto: gli azzurri devono rimontare la sconfitta per 1-0 patita a Stoccolma se vorranno disputare la prossima rassegna iridata altrimenti rimarremo a casa come successo soltanto nel 1958. I ragazzi di Giampiero Ventura scenderanno in campo per evitare la catastrofe, il disonore, la vergogna e per regalarci una serata da ricordare con il brivido: c’è bisogno di undici guerrieri motivati per mettere sotto gli ostici scandinavi e ribaltare il risultato di tre giorni fa. Saranno i quasi 80mila spettatori di San Siro a spingere gli azzurri verso l’impresa.

L’Italia si qualifica se vince segnando due gol in più degli avversari, in caso di 1-0 si andrebbe ai supplementari e poi eventualmente ai rigori. C’è bisogno di gonfiare la rete, ci aggrappiamo al nostro reparto offensivo per cercare di smuovere i solidi centrali avversari e cercare di sbloccare il risultato ma soprattutto sarà fondamentale non prendere gol perché a quel punto si farebbe terribilmente complicata. La formazione verrà stravolta con l’inserimento di Jorginho e Gabbiadini, vere e proprie novità in un undici che non ha nulla da perdere.

OASport vi propone la DIRETTA LIVE di Italia-Svezia, ritorno dei playoff di qualificazione ai Mondiali 2018: cronaca in tempo reale, minuto per minuto, per non perdersi davvero nulla e vivere tutte le emozioni da San Siro. Si inizia alle ore 20.45. Buon divertimento a tutti.





 

CLICCA IL TASTO F5 DA DESKTOP O FAI REFRESH SUI TUOI DISPOSITIVI MOBILE PER AGGIORNARE LA PAGINA

 

ITALIA FUORI DAL MONDIALE! E ARRIVANO I FISCHI DI SAN SIRO. ITALIA ELIMINATA. ERA SUCCESSO SOLO NEL 1958.

CALCIO D’ANGOLO FINALE. ULTIMA POSSIBILITA’.

90+5′ Ultimo minuto, con la forza della disperazione. Siamo quasi fuori dal Mondiale…

90+3′ Calcio d’angolo, c’è anche Buffon ad attaccare. Jorginho cerca il tiro dal limite, pallone fuori di un soffio. Ammonito Olsen per perdita di tempo ma ormai sembra finita. Mancano due minuti…

90+1′ Giallo a Bernardeschi per un fallo di frustazione dopo che avevano tirato giù Bonucci al limite.

90+1′ ALTRO TOCCO DI MANO IN AREA E L’ARBITRO NON FISCHIA! Incredibile.

CINQUE MINUTI DI RECUPERO! CREDIAMOCI FINO ALLA FINE.

90′ Fallo ingenuo di Barzagli su Berg a centrocampo che rimarrà a terra a perdere tempo.

90′ Ultimo minuto di gioco regolamentare, vediamo l’entità del recupero.

88′ Ancora Paroloooooooo! Cross dalla destra di Florenzi, arriva Parolo di testa, fuori di un nulla! Incredibile…

87′ EL SHAARAWYYYYY TIRA UNA BOMBAAAAAA da dentro l’area. Olsen si immola e para. Non vuole entrare!

86′ Sinistro di Belotti dal limite, tiro troppo fiacco. Il Mondiale ci sta scappando via…

85′ C’è sconforto a San Siro. L’Italia è in costante possesso palla, continua a spingere in maniera costante ma non troviamo il varco giusto. Con la forza della disperazione.

83′ Paroloooooo! Grande colpo di testa, Olsen si allunga e para in maniera incredibile. Sembra non essere destino…

81′ Si canta l’Inno di Mameli sugli spalti! FINO ALLA MORTE!

80′ San Siro torna a farsi sentire e chiama Italia. Siamo a un passo dall’eliminazione. Non riusciamo a segnare.

79′ Belotti va giù in area di rigore, ma l’arbitro non fischia nulla. E’ tutto inutile… Gli azzurri però non mollano la presa: bisogna metterla dentro, in qualunque modo!

79′ L’Italia con questo risultato sarebbe fuori dal Mondiale. Bisogna segnare almeno un gol per andare ai supplementari.

77′ Grande falcata di Chiellini sulla sinistra, riesce a metterla in mezzo, nessuno ci arriva di testa, poi Florenzi può calciare ma alto.

76′ Ultimo cambio per l’Italia. Entra Bernardeschi, esce Candreva.

76′ Ormai giochiamo con la forza della disperazione, gli azzurri sembrano aver perso un po’ di fiducia.

75′ Ultimo quarto d’ora. L’ultimo cambio dell’Italia dovrebbe essere Bernardeschi.

74′ Tiro dalla lunga distanza di Candreva, ben parato da Olsen senza problemi.

73′ L’Italia sta cercando di manovrare, ritmi un po’ più bassi ma continuiamo a crederci, non bisogna smettere.

71′ Ultimo cambio per la Svezia. Esce Claesson, entra Rohden del Crotone.

70′ ULTIMI VENTI MINUTI DI FUOCO! CONTINUIAMO AD ATTACCARE. Questa Italia merita il gol!

69′ Giallo a Thelin per gomitata su Bonucci, in faccia. E ha il naso rotto. Si rialza…

67′ Tensione enorme a San Siro, l’Italia sta provando di tutto per segnare ma la sorte ogni non ci sorride. Creiamo tantissimo ma il pallone non è nostro amico. Continuiamo a crederci.

66′ TRAVERSAAAAAAAA! Deviazione di Lustig su cross di Florenzi, il pallone si impenna e prende il legno superiore. Non vuole entrare!

65′ Ammonito Lustig, ha tirato giù El Shaarawy. Era da cartellino rosso. Tutti avanti, con tutto quello che abbiamo!

64′ Immobileeeeeeeeeeeeeeeee! Cross veloce di Candreva, Ciro arriva col sinistro al limite dell’area piccola ma calcia fuori. L’Italia le sta tentando tutte!

63′ Dentro El Shaarawy e Belotti, fuori Darmian e Gabbiadini. Florenzi allora va a sinistra. Modulo ultraoffensivo, l’Italia deve segnare.

DOPPIO CAMBIO! El Shaarawy e Belotti dentro insieme, tra poco la sostituzione.

61′ Altro calcio d’angolo per l’Italia, bel tiro dal limite di Candreva deviato. Sugli sviluppi però non riusciamo a renderci pericolosi.

60′ Continuano a scaldarsi Belotti, De Rossi ed El Shaarawy. Insigne rimane in panchina. Bonucci getta via la maschera, non ne poteva più! Undici uomini all’arrembaggio, ma bisogna creare qualcosa ancora!

58′ Tiro strozzato di Chiellini dal limite, deviazione e il pallone finisce tra le mani di Olsen. Bel lavoro di Candreva e Immobile. L’Italia continua a insistere, siamo anche sfortunati. Meritiamo sicuramente il vantaggio.

56′ Il primo cambio dell’Italia potrebbe però essere Belotti, probabilmente al posto di Gabbiadini. Anche El Shaarawy si scalda: c’è bisogno di forze fresche per sbloccare il risultato.

54′ Secondo cambio per la Svezia. Esce Toivonen, entra Thelin. Forze fresche in attacco. Intanto si scalda De Rossi.

53′ FLORENZIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII! FUORI DI MILLIMETRIIIII! Tiro al volo di esterno destro su invito dalla sinistra, colpisce benissimo, esce a lato del palo destro di massimo 10 centimetri. SIAMO SFORTUNATI!

51′ L’Italia è in pressione costante, non concediamo nulla alla Svezia, bisogna spingere con continuità e cercare di destabilizzare questa Svezia. Abbiamo tutte le carte in regola per farlo, bisogna spingere fino alla fine. Serve anche il supporto di San Siro che si è un po’ spento.

50′ Sono già passati cinque minuti nella ripresa, è difficile passare contro questa Svezia. Ci stanno innervosendo, gli azzurri devono mantenere la calma e continuare a giocare così, il gol si può fare!

48′ Darmian è dolorante, esce momentaneamente dal campo, smorfia sul suo volto. Speriamo riesca a recuperare. L’Italia riparte con la sua manovra.

47′ CHE PECCATOOOOOOO! Azione strutturata bene e ben costruita, pallone interessantissimo di Candreva per Darmian, che stoppa ma l’arbitro fischia un fallo di mano. Matteo rimane a terra, colpito da una manata e da una ginocchiata: ERA CALCIO DI RIGORE ANCHE QUI! PAZZESCO…

INIZIA IL SECONDO TEMPO!

21.50 Le due squadre tornano in campo. Non ci sono sostituzioni, Insigne si è riscaldato a lungo. Ci aspetta un secondo tempo di fuoco, dobbiamo vincere con due gol di scarto per andare ai Mondiali. Vincendo 1-0 si andrebbe ai supplementari.

 

L’Italia ha dominato il primo tempo, si è dimostrata tecnicamente superiore, ha messo sotto la Svezia ma non ha trovato la via del gol. Immobile ha sfiorato il gol, negato un rigore sacrosanto a Parolo, anche Candreva ha sfiorato il vantaggio. Si rimane però sullo 0-0 e al momento l’Italia è fuori dal Mondiale.

FINISCE QUI IL PRIMO TEMPO. ITALIA-SVEZIA 0-0.

45+2′ Attenzione. Lahoz richiama Ventura, gli intima di rimanere dentro l’area tecnica.

45+2′ Bonucci monumentale, recupera alla grandissima. Poi fa ripartire l’azione, purtroppo Darmian sbaglia il cross.

Tre minuti di recupero.

45′ Florenziiiiiiiiiiiii! Va via sulla sinistra, salta un uomo, entra in area, cerca la botta in porta ma viene respinto. Stiamo facendo tutto noi, meritiamo il vantaggio!

43′ Immobileeeeeeeeee! Riceve palla in area, si defila, passaggio rasoterra per Gabbiadini che viene anticipato prima della deviazione decisiva. C’è solo l’Italia in campo, così dobbiamo attaccare, questo è l’unico modo per vincerla.

41′ Parolo calcia dal limite di sinistro, di poco alto sopra la traversa! L’Italia continua a spingere, siamo sempre nella loro metà campo.

40′ NOOOOOOOOOOO! IMMOBILE VICINISSIMO AL GOL! Si gira in area, riesce a superare Olsen ma il pallone viene salvato sulla linea da Granqvist. GRANDISSIMA ITALIA! Ciro ci ha provato, l’Italia sta meritando il vantaggio!

39′ Ora la Svezia ha un po’ ingabbiato Jorginho e infatti stiamo facendo più fatica a manovrare. Proviamo a utilizzare le fasce con Candreva e Darmian, Bonucci intanto è nuovamente in forma.

38′ Fischiato un fallo di Gabbiadini su Larsson, Ventura non accetta e protesta palesemente. Poi Lunqvist fa ponte, l’arbitro interviene prontamente e Larsson vola a terra senza essere stato toccato. SAN SIRO INVEISCE! Siamo oltre una partita di calcio.

36′ In questa partita c’è tutto, è un match da tregenda che entrerà comunque nella storia. Una battaglia totale a tutto campo, intensa, dura, maschia. Sensazioni positive, l’Italia sta cercando di costruire il vantaggio.

35′ Bonucci resta in campo, pollice su alla domanda di Ventura. Stoicamente il difensore non molla e non zoppica più: tutto per la maglia azzurra. Continuiamo a giocare nella loro metà campo, 72% di possesso palla per gli azzurri.

33′ Manovra avvolgente dell’Italia sulla trequarti, cerchiamo di smuovere il gioco, destra-sinistra rapidi, giochiamo lateralmente ma non creiamo occasioni concrete.

31′ Bonucci continua a zoppicare ma resta in campo d’orgoglio. Jorginho tesse la sua trama, è il migliore in campo. Bisogna stringere i denti, contro tutto e tutti, la fortuna di certo non ci sorride tra infortuni, rigori negati, gol sfiorati.

30′ Bonucci non vuole mollare ma oggettivamente non ce la fa più. Gli azzurri col cuore continuano a spingere!

28′ Giallo a Forsberg per proteste, il pallone era finito sul braccio di Barzagli in area: ci poteva essere il calcio di rigore. Bonucci non ce la fa! Deve uscire, non può stringere i denti, ci sta mettendo in difficoltà.

28′ Purtroppo Bonucci è dolorante, si reca verso la panchina. Vediamo se recupera, intanto si scalda Astori: situazione d’emergenza nell’emergenza.

28′ BONUCCI A TERRA! ZOPPICA PURTROPPO…

27′ CANDREVAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA! TIRA UNA BOTTA DA DENTRO L’AREA dopo il cross rasoterra di Immobile ma da distanza ravvicinata calcia alto.

26′ L’Italia è costantemente nella metà campo avversaria ma è difficile creare qualcosa di concreto e davvero pericoloso. Il tempo passa, dobbiamo vincere con due gol di scarto oppure puntare al supplementare…

25′ Darmian purtroppo sbaglia il cross e concede una ripartenza alla Svezia ma un immenso Jorginho si immola a centrocampo e con personalità fa anche ripartire l’azione!

23′ Buffon para bene a terra un tiro poco velleitario dei nostri avversari. Tentiamo subito la ripartenza, tunnell di Jorginho, poi cerchiamo la profondità per Immobile ma il pallone è impreciso. Siamo a metà del primo tempo, Italia meglio ma ancora senza occasioni da gol, al netto del rigore negato.

22′ Ammonito Barzagli per il colpo rifilato a Forsberg. Due difensori su tre hanno già un giallo…

20′ Bel controllo di Gabbiadini che allarga per Candreva, cross deviato in angolo. Candreva però batte male il corner, si riparte con una rimessa laterale.

19′ Siamo ancora fermi per l’infortunio di Johansson che ora viene accompagnato fuori dal campo in barella. Al suo posto entra Svensson. Ventura ha già detto ai ragazzi come correre ai ripari: è un mediano che gioca davanti alla difesa. Chiesta anche più velocità nel giro palla degli azzurri.

17′ Johansson si è fatto male! Era da solo nel cerchio di centrocampo, infortunio al ginocchio. Entra la barella per soccorrerlo.

16′ Jorginhooooooooooooo! Verticalizzazione da urlooooo per Immobile, il pallone scorre, Ciro ci arriva ma leggermente defilato in area, cerca la soluzione personale ma il pallone finisce sull’esterno della rete.

15′ Primo quarto d’ora di grande Italia, prova atletica importante e intensa, ma non riusciamo a prendere campo con continuità. La Svezia chiude gli spazi, non è facile passare. E se poi ci negano i rigori…

14′ Gabbiadini tira dal limite ma si fa rimpallare, poi Darmian va sul pallone ma non riesce a trovare lo specchio. Bella verticalizzazione di Jorginho.

13′ Braccio largo di Darmian in area, tocca il pallone. La Svezia chiede il rigore che ci stava, Lahoz non lo concede. Pari e patta…

12′ Chiellini sta rischiando tantissimo! Brutta spallata su Toivonen, l’arbitro lo grazia. Giorgio è già stato ammonito…

11′ Calcio d’angolo per l’Italia, sale l’urlo di San Siro. Bella verticalizzazione, poi palla a Darmian che cerca il cross, deviato in corner. Sugli sviluppi non succede nulla di interessante.

10′ L’Italia sta pensando ancora al calcio di rigore negato. Un episodio clamoroso, assurdo che l’arbitro non ci abbia concesso il penalty. Il VAR non c’è…

9′ Ammonito anche Johansson per fallo in attacco. La partita sta diventando durissima!

9′ La Svezia riparte subito, Chiellini è costretto al fallo da dietro. Ammonito.

ERA RIGOREEEEEEEEEEEE! Augustinsson ha tirato giù Parolo dentro l’area! Era rigore sacrosanto. Ci stanno derubando!

8′ ATTENZIONEEEEEEEEEEEEE! Parolo va a terra in area di rigore, gli azzurri chiedono il calcio di rigore ma non viene concesso.

8′ Jorginho tenta una verticalizzazione per Immobile ma Lindeloef chiude benissimo.

7′ La Svezia sta giocando di rimessa, Berg e Toivonen si sono abbassati molto per dare manforte ai compagni. L’Italia cerca di accelerare i tempi, la combattività non ci sta mancando, gli attacchi degli ultimi tre giorni sembrano aver fatto effetto.

6′ Candreva riesce ad andare via sulla destra di cattiveria sfruttando un buon lancio di Bonucci, cross purtroppo troppo lungo, dall’altra parte ci arriva Darmian che la rimette in mezzo, tiro timido di Florenzi dal limite, pallone fuori. Quantomeno stiamo costruendo e ci facciamo vedere con costanza nella metà campo avversaria.

5′ Finalmente si sta vedendo Jorginho, alla sua prima partita da titolare in azzurro. Cerca di costruire gioco a centrocampo, l’Italia non affonda ancora sulla trequarti ma l’atteggiamento è propositivo.

3′ Una grande difesa impedisce alla Svezia di manovrare con convinzione, buono anche il lavoro di Candreva in copertura. Partita molto equilibrata, fasi confuse in questo avvio di incontro. Gli scandinavi stanno comunque facendo capire che vogliono fare una partita difensiva chiudendo tutti gli spazi, l’Italia prova a spingere.

2′ Lancio lungo per Immobile che ingaggia un gran duello con Granqvist commettendo però fallo.

2′ La Svezia entra in possesso del pallone ma viene subito fischiato dal pubblico! Bisogna provare a scoraggiarli ma l’Italia deve tornare in possesso della sfera e iniziare subito a macinare gioco.

1′ Inizio subito arrembante dell’Italia, azzurri quantomeno propositivi. Manovra non coordinatissima ma facciamo subito capire che siamo ben presenti. E intanto scaramucce tra Chiellini e Berg.

20.46 INIZIA LA PARTITA. Primo possesso affidato all’Italia. FORZA AZZURRI.

20.44 L’arbitro è lo spagnolo Lahoz, uno dei migliori fischietti internazionali. Momento del sorteggio.

20.43 Buffon, Chiellini, Bonucci, Barzagli, Candreva, Parolo, Jorginho, Florenzi, Darmian, Immobile, Gabbiadini: servono 11 Leoni, carichi come durante l’Inno Nazionale.

20.42 INNO DI MAMELI! Tutto il pubblico a cantare. E’ un urlo infuocato, da brividiiiiiii!

20.41 Inno fischiato dal pubblico… Buffon applaude, ma gli spalti non la smettono.

20.41 Inni Nazionali. Si comincia con quello svedese.

20.40 Le squadre entrano in campo. ECCO LA COREOGRAFIA! Lo stadio si è tinto del tricolore: settori rosso, verdi e bianchi. Questa la spinta dei 75mila, ora i giocatori devono fare la loro!

20.38 SAN SIRO PIENO COME UN UN UOVO! Ormai è tutto pronto per la coreografia prima della partita. Anche se i fischi quando è apparsa l’immagine di Ventura non sono piaciuti.

20.36 Soltanto dentro o fuori, per regalare una grande gioia a tutta una Nazione. “Onorate la maglia” come recita uno striscione sugli spalti. Bisogna sputare l’anima e dare tutto il possibile e anche oltre. Questa Svezia è alla nostra portata, serve tutto il nostro cuore, in un modo o nell’altro dobbiamo andare in Russia. La Svezia ha perso ben tre partite in trasferta durante il suo girone (Francia, Olanda, Bulgaria subendo 7 gol).

20.35 Dieci minuti al fischio d’inizio.

20.34 A San Siro è ormai tutto pronto, le bandiere sono in campo insieme alla coreografia delle European Qualifiers. Ci giochiamo tutto. Lo Stadio è ormai gremito: la carica dei 75mila è tutta per gli azzurri, serve la spinta di un grande pubblico! Tra poco le squadre entreranno in campo.

20.32 Apocalisse, catastrofe, tragedia, disastro. Sono questi gli aggettivi che sono circolati nelle ultime settimana. Sarebbe un dramma non andare ai Mondiali. Ventura ha azzardato una formazione particolare, inedita, mai vista. La mossa della disperazione, cerchiamo il tutto per tutto. La coppia inedita Gabbiadini-Immobile è una vera e propria scommessa.

20.30 Quindici minuti all’inizio della battaglia. Manca poco a Italia-Svezia, ritorno dei playoff di qualificazione ai Mondiali 2018.

20.28 Il sorteggio dei gironi si svolgerà venerdì 1° dicembre, eventualmente l’Italia sarà inserita in seconda fascia ma non spingiamoci così tanto in là. Bisogna fare l’impresa questa sera, LA sera del calcio italiano!

20.26 L’Italia è l’unica squadra Campione del Mondo che non si è ancora qualificata a Russia 2018. Brasile, Argentina, Uruguay, Germania, Spagna, Francia, Inghilterra hanno già centrato l’obiettivo.

20.25 Ricordiamoci di questa foto, di questo momento. Sono passati undici anni dal nostro ultimo trionfo ai Mondiali, Cannavaro alzava la Coppa a Berlino. Altra squadra, altri campioni ma oggi dobbiamo ruggire, almeno per 90 minuti. Buffon era in campo anche allora, oggi cerca un nuovo numero.

20.23 Un aggiornamento anche sulle condizioni meteo. A Milano oggi è tirato un fortissimo vento e la situazione non è cambiata più di tanto in serata. Temperatura glaciale attorno ai 6 °C che si abbasserà nel corso del match. La Svezia non avrà certamente problemi sotto questo aspetto. Sicuramente non pioverà nel capoluogo meneghino.

20.21 Carlo Tavecchio avrebbe promesso un premio personale ai ragazzi in caso di qualificazione, originariamente non previsto dalla FIGC. Sarà un incentivo sufficiente per cercare l’impresa a San Siro?

20.19 Un’eventuale eliminazione sarebbe pesantissima per tutto il Paese: si parla di un potenziale danno economico di 10 miliardi di euro, una cifra incredibile che danneggerebbe tutta la nostra quotidianità.

20.17 TUTTO O NIENTE, DENTRO O FUORI, PARADISO O INFERNO. TUTTI INSIEME PER EVITARE L’APOCALISSI SPORTIVA. L’Italia non può rimanere fuori dai Mondiali nel suo sport nazionale, sarebbe un pesantissimo danno di immagine ed economico.

20.15 Mezz’ora all’inizio della partita, la febbre sale!

20.13 Questa è invece la formazione della Svezia. Il CT Andersson ha sostanzialmente riproposto la squadra che ha vinto 1-0 tre giorni fa. L’unica novità è l’inserimento di Lustig in difesa. Si affidano soprattutto al talento di Forsberg a centrocampo, Berg fa paura in attacco, attenzione a Lindelof e Granqvist: i centrali di difesa sono molto arcigni, non sarà facile smuoverli per cercare i varchi giusti.

20.11 Completano la mediana di centrocampo l’altra grande novità Florenzi e Parolo, già schierato a Stoccolma.

20.09 Gli esterni offensivi sono Candreva e Darmian, come in Svezia. Matteo ha fatto bene sulla sinistra colpendo anche un palo, c’è bisogno di più spinta da parte di Antonio, può mettere in crisi la difesa avversaria.

20.07 L’altro attaccante è Ciro Immobile, andato in difficoltà tre giorni fa. Oggi riuscirà a segnare il miglior bomber d’Europa? Abbiamo bisogno dei suoi gol in maniera disperata!

20.05 Ventura ha comunque riproposto lo stesso modulo sconfitto a Stoccolma: il 3-5-2 senza l’inserimento di Lorenzo Insigne, uno degli azzurri più in forma.

20.03 Altra grande novità è Manolo Gabbadini. L’attaccante del Southampton ha segnato soltanto tre gol in stagione e in Nazionale ha giocato soltanto una partita da titolare, contro Malta ormai una vita fa. Oggi riuscirà a sbloccarsi?

20.01 La grande novità è Jorginho, centrocampista metodista del Napoli, tra i migliori nel suo ruolo a livello internazionale, famoso per la sua precisione di passaggio. Ventura lo ha sempre rinnegato, non lo ha mai voluto, diceva che non c’era spazio nel suo modulo e invece ora lo inserisce titolare nella partita della vita. In passato solo 24′ minuti in Nazionale, tutti in amichevole sotto la gestione Conte. Cambierà la partita?

19.59 La difesa è la nostra proverbiale BBC, il terzetto che ha regalato tante gioie alla Juventus ma che ora si è sciolto perché Bonucci è passato al Milan. Leonardo giocherà nel suo nuovo stadio e indossando una mascherina protettiva dopo la gomitata presa nel match d’andata. Accanto a lui gli altri colossi Giorgio Chiellini e Andrea Barzagli: non dovrà passare nulla, mantenere la porta inviolata è fondamentale per non complicare ulteriormente la missione.

19.57 Gigi Buffon tra i pali. Il nostro portierone va a caccia del sesto mondiale della carriera: sarebbe un record assoluto. Il nostro portierone deve dare la carica giusta a tutta la squadre, serve la sua grinta.

19.55 Questi i volti degli azzurri: il nostro undici è pronto per la battaglia.

19.53 Così San Siro a poco meno di un’ora dal fischio d’inizio. Grandi file agli ingressi, l’impianto si sta riempiendo. Tutti pronti per trascinare gli azzurri.

19.51 Questa la formazione ufficiale dell’Italia. Gli azzurri sono pronti per la battaglia, tra poco il riscaldamento. Confermate tutte le indiscrezioni della vigilia.

19.47 FORMAZIONI UFFICIALI!

19.45 Un’ora all’inizio di Italia-Svezia, ritorno dei playoff di qualificazione ai Mondiali 2018. Tra poco verranno comunicate le formazioni ufficiali.

19.42 Il nostro ultimo playoff giocato è quello del 1997 quando battemmo la Russia a Napoli e ci qualificammo a Francia 1998. Soltanto un’eliminazione nella nostra storia: quella del 1958, decisiva la sconfitta contro l’Irlanda del Nord in trasferta. Nel 1930 non abbiamo partecipato per nostra scelta.

19.40 Lo stadio sta incominciando a riempirsi, sui social iniziano a rimbalzare le foto dei tanti tifosi presenti a San Siro: siamo tutti uniti, tutti pronti per la battaglia, tutti insieme per sostenere gli azzurri! Bisogna crederci fino in fondo, c’è bisogno dell’impresa.

19.35 Gli azzurri hanno vinto 11 precedenti con la Svezia, 6 i pareggi, 7 le vittorie scandinave. Ultimo successo dei vichinghi venerdì scorso, ultima vittoria dell’Italia agli Europei 2016 (1-0 con gol di Eder allo scadere e qualificazione agli ottavi di finale). Molti si ricordano il pareggio agli Europei 2004, quelli che tanto famoso biscotto.

19.30 L’Italia non ha mai perso nella sua storia a San Siro, a Milano l’ultima sconfitta risale al 1925. Oggi però una vittoria potrebbe non bastare: deve arrivare un successo con un margine di due gol. Attenzione anche all’opzione 1-0 che ci porterebbe al supplementare e poi eventualmente ai calci di rigore.

19.25 Gli azzurri sono arrivati a San Siro accolti dai tantissimi tifosi. La pressione sulle spalle della Nazionale è davvero elevatissima, devono portarci ai Mondiali a tutti i costi: una disfatta oggi sarebbe davvero biblica, paragonabile alla mancata qualificazione del 1958 e alla batosta subita contro i dilettanti della Corea del Nord nel 1966.

19.20 Tra poco dovrebbero anche uscire le formazioni ufficiali ma l’ultimo allenamento ad Appiano Gentile ha ormai sciolto tutti i dubbi, l’undici scelto da Giampiero Ventura è chiaro e ricco di novità assolute.

19.15 Il pubblico sta entrando alla spicciolata alla Scala del Calcio. File lunghissime agli ingressi, tutti stanno aspettando le 20.45, la febbre è altissimo, mancano 90 minuti al fischio d’inizio.

19.10 Ricordiamo cosa deve fare l’Italia per qualificarsi ai Mondiali: battere la Svezia con almeno due gol di scarto. In caso di vittoria per 1-0 si andrà ai supplementari.

19.07 Si gioca allo Stadio San Siro di Milano, gremito in ogni ordine di posto. Saranno circa 75mila gli italiani che sosterranno gli azzurri verso l’impresa, 1800 gli svedesi presenti.

19.05 Bisogna crederci fino alla fine, fino alla morte, fino allo spasimo. Serve dare tutto in campo per non rischiare l’apocalisse.

19.02 E’ la partita della vita, è il match più importante della storia, in 60 anni non eravamo mai stati così a rischio qualificazione. L’unica eliminazione risale al 1958 quando fu l’Irlanda del Nord a batterci.

19.00 Buonasera e benvenuti alla DIRETTA LIVE di Italia-Svezia, ritorno dei playoff di qualificazione ai Mondiali 2018.

 





WEB TV

Lascia un commento

scroll to top