La Fine del mondo. La Svezia ci elimina: il calcio italiano è morto

profilo-twitter-European-Qualifiers-1.jpg

Allo Stadio San Siro di Milano nel match di ritorno dei playoff tra Italia e Svezia si consuma qualcosa che gli appassionati di calcio italiani mai avrebbero voluto vedere: la Nazionale non si qualifica alla rassegna iridata in Russia nel 2018. La sfida nella “Scala del calcio” termina sullo 0-0. Tante le occasioni sprecate dai calciatori nostrani ed una porta svedese letteralmente stregata. La squadra di Gian Piero Ventura dunque fallisce l’obiettivo, a causa del ko di Solna (1-0), ed ora verrà il momento dei processi e ci saranno dei cambiamenti. Quel che è certo stasera è che il calcio italiano è morto!

PRIMO TEMPO – Indiscrezioni confermate: Ventura inizia con il 3-5-2 schierando Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Florenzi, Jorginho, Parolo, Darmian; Immobile, Gabbiadini. Andersson risponde con un roccioso 4-4-2, ritrovando sulla fascia destra Lustig squalificato all’andata: Olsen; il citato Lusting, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Johansson, Larsson, Forsberg; Toivonen, Berg. Dopo un avvio confusionario, l’Italia inizia a farsi vedere in area svedese con un’azione di Parolo all’8′ steso in area. Un’intervento che avrebbe meritato l’intervento arbitrale. Partita decisamente spezzettata con Chiellini e Johansson ammoniti per due entrate a palla lontana. Sanzione mancata dal direttore di gara anche in area italiana per un fallo di mano di Darmian al 13′. Al 16′ Jorginho riceve palla, subito filtrante geniale per il movimento di Immobile: il tiro, da posizione defilata, quasi impossibile, va sull’esterno della rete. Un minuto più tardi brutto infortunio per Johansson che costringe alla prima sostituzione Andersson: fuori il mediano e dentro Svensson. Al 20′ Gabbiadini riceve tra le linee, assist a destra per Candreva: tentativo di cross, deviazione e corner senza esito. Prova Jorginho a farsi vedere dai compagni ma la manovra dell’Italia è troppo lenta favorendo la chiusura. Sale in cattedra il centrocampista del Napoli al 27′: palla recuperata in mezzo al campo, invenzione per Immobile in area, crossa della punta dal fondo per Candreva che calcia col destro alto di pochissimo. Nel frattempo problemi fisici per Bonucci al ginocchio che nonostante zoppichi vistosamente rimane stoicamente in campo. Giocatore del Milan già condizionato da una frattura al naso con maschera indossata. Al 29′ ammonito Forsberg per proteste del 10 svedese che recrimina per un fallo di mano di Barzagli nell’area dell’Italia. Gli azzurri crescono negli ultimi minuti della frazione creando diverse occasioni: prima un servizio di Jorginho per Immobile, tiro col destro del giocatore della Lazio, Olsen è battuto ma Granqvist salva sulla linea e poi Florenzi riceve da sinistra, tunnel ad un avversario, entra in area e calcia col destro con l’estremo difensore che respinge di piede. Si chiude sullo 0-0 una frazione in cui l’Italia avrebbe meritato il vantaggio.

SECONDO TEMPO – Partono subito forte gli uomini di Ventura con chance al 47′ per Darmian: Candreva crossa col mancino per l’esterno del Manchester United che, ad un metro dalla linea di porta, non stoppa bene favorendo la chiusura del difensore svedese. Al 52′ altra chance per la selezione nostrana con Florenzi: Darmian crossa dal fondo, ottimo inserimento del centrocampista azzurro che con un destro al volo sfiora la rete di pochi centimetri. Italia che effettua due cambi al 62′: fuori Darmian e Gabbiadini e dentro El Shaarawy e Belotti. Immobile al 64′ sfiora la marcatura: cross teso di Candreva, l’attaccante anticipa tutti ma il pallone finisce a lato. Azzurri anche sfortunati al 66′ che colpiscono la traversa: cross d’esterno di Florenzi, Lustig anticipa tutti rischiando l’autogol colpendo il legno. La situazione non si sblocca ed il ct italiano si gioca l’ultimo cambio con Bernardeschi che rileva Candreva al 76′. Un minuto dopo ci prova ancora Florenzi imbeccato da Chiellini ma la conclusione del n.8 è fuori. Tanta confusione in campo e sono El Shaarawy al 86′ Parolo al 87′ a sfiorare il vantaggio. 5′ di recupero non cambiano la storia della partita ed arriva così il fischio dell’arbitro Lahoz: “L’Apocalisse” calcistica del Bel Paese si  tramuta in realtà. Addio Mondiale!

TABELLINO PARTITA

ITALIA-SVEZIA 0-0

Formazioni

Italia (3-5-2) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Florenzi, Jorginho, Parolo, Darmian; Immobile, Gabbiadini. Allenatore: Giampiero Ventura.

Svezia (4-4-2): Olsen; Lusting, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Johansson, Larsson, Forsberg; Toivonen, Berg. Allenatore: Janne Andersson.

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE LE NOTIZIE SUL CALCIO 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo twitter Uefa

WEB TV

One Reply to “La Fine del mondo. La Svezia ci elimina: il calcio italiano è morto”

  1. Luca46 ha detto:

    Quando uno che viene messo alla testa dei club europei viene accusato di essere mafioso mentre a governare la baracca è uno che in mondovisione parla di Optì Optà dove volete che andiamo? Il cerchio si chiude da solo.

Lascia un commento

scroll to top