Italia-Svezia, Playoff Mondiali 2018: il tempo delle parole è finito! L’urlo di San Siro trascinerà gli Azzurri. E’ il momento di fare la differenza

23473248_1698954600142967_4763616807726292889_n.jpg

Il tempo delle parole è finito, ora sarà il “Pallone” a contare. Saranno 72.000 spettatori allo stadio San Siro di Milano a trascinare gli azzurri verso il Mondiale 2018 nel match di ritorno del playoff contro la Svezia. Alla Friends Arena di Solna era finita 1-0, tra dubbi e perplessità, ma ora è venuto il momento di fare la differenza.

Niente più incertezze, un unico obiettivo: vincere con due gol di scarto. Questa è la missione degli uomini di Gian Piero Ventura che questa sera si gioca tutto in una notte insieme ai suoi ragazzi. Le scelte sono fatte.  Dovrebbe essere ancora una volta 3-5-2 con Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Florenzi, Jorginho, Parolo, Darmian; Immobile, Gabbiadini. Tre cambi rispetto all’andata, dunque (uno forzato per la squalifica di Verratti). Il ct si affida all’esperienza dei veterani in difesa ed alcuni volti nuovi a centrocampo ed in attacco ma nella notte del “Meazza”, più che i singoli, la Nazionale dovrà essere squadra per scardinare il 4-4-2 roccioso di Andersson.

All’andata la selezione del Bel Paese ha sofferto la fisicità avversaria, sbattendo più delle volte contro il muro difensivo avversario, dovendosi guardare da pericolosi contropiedi. Questa sera servirà organizzazione e lucidità perchè dalle sorti di quest’incontro dipendono i destini del nostro calcio ed i ritorni di immagine ed economici, inevitabilmente influenzati dallo score finale del confronto. C’è in gioco anche la panchina dello stesso Ventura che, forse, in caso di uscita di scena lascerebbe il posto ad altri.

Sono però eventualità che, ora come ora, non potranno essere prese in considerazioni dai principali attori nello scenario affascinante della “Scala del calcio”. Il 1958 non deve essere replicato ed a partire dalle 20.45 il grido di San Siro dovrà spingere i calciatori nostrani e, nello stesso tempo, l’undici azzurro dovrà dare animo ai supporters. Adesso conta solo il risultato e dalle 20.45 ci godremo lo spettacolo.

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE LE NOTIZIE SUL CALCIO 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo twitter Uefa

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top