Italia-Svezia, playoff Mondiali 2018: i possibili rigoristi. Quali azzurri tireranno i calci di rigore? La qualificazione si può decidere dal dischetto

17103807_1195564507226774_8381409328027816504_n.jpg

L’Italia è con le spalle al muro ed è a un passo da una clamorosa eliminazione dai Mondiali 2018. Per volare in Russia gli azzurri dovranno sconfiggere la Svezia con almeno due gol di scarto, altrimenti saremmo costretti a rimanere a casa come ci è capitato soltanto nel 1958. Un’ipotesi catastrofica e che manderebbe in rovina il nostro movimento: oggi gli azzurri dovranno davvero superarsi, spinti dai quasi 80mila spettatori dello Stadio San Siro di Milano.

C’è anche un’ulteriore opzione per continuare a sperare: vincere per 1-0 e andare ai supplementari. Quel risultato sarebbe infatti la fotocopia di quello ottenuto dai vichinghi a Stoccolma e dunque si giocherebbero due frazioni da 15 minuti ciascuna. Attenzione: in quel lasso di tempo continuerà a valere la regola dei gol in trasferta, quindi una rete della Svezia sostanzialmente sancirebbe la nostra eliminazione (a meno di non segnare due gol nell’extra time). Se dovesse permanere l’1-0 allora si tirerebbero i calci di rigore e quali sarebbero i rigoristi dell’Italia? Facciamo delle ipotesi, al netto poi delle sostituzioni nel corso dell’incontro.

Ciro Immobile quasi sicuramente andrà sul dischetto come Manolo Gabbiadini: i nostri due attaccanti sono solitamente molto precisi. Il pallone che scotta dovrebbe finire anche tra i piedi di Jorginho, la grande novità della serata. Difficilmente si rinuncerà alla precisione di Antonio Candreva, il quintetto dovrebbe prevedere anche la botta di Leonardo Bonucci. Anche se dopo 120 minuti di battaglia le carte in tavola potrebbero cambiare, dipenderà dallo stato d’animo di ogni giocare e dalle decisioni che eventualmente Giampiero Ventura prenderà nel momento più critico della storia del calcio italiano.

 





WEB TV

Lascia un commento

scroll to top