Ciclismo su pista, Coppa del Mondo Pruszkov 2017: L’Italia chiude alla grande! Oro nell’inseguimento a squadre, bronzo di Balsamo nell’individuale e nel madison in coppia con Confalonieri

DN34PDuX0AIiA60.jpg

Si chiude nel migliore dei modi per i colori azzurri la prima tappa Coppa del Mondo di ciclismo su pista. Nell’ultima giornata di gare a Pruszkow arrivano infatti tre medaglie per l’Italia.

Partiamo dallo straordinario oro conquistato nell’inseguimento a squadre maschile. Il quartetto azzurro formato da Francesco Lamon, Simone Consonni, Liam Bertazzo e Filippo Ganna ha battuto in finale la Germania, grazie ad una prestazione praticamente perfetta. Gli azzurri hanno gestito infatti la prima parte di gara, per poi uscire nel finale e trionfare con oltre un secondo di vantaggio sugli avversari. L’Italia, dopo l’oro in ambito femminile, completa così un’incredibile doppietta nell’inseguimento a squadre.

L’Italia sale sul podio anche nell’inseguimento individuale grazie al bronzo di Elisa Balsamo. La giovanissima stella azzurra ha chiuso le qualificazioni della mattina in quarta posizione accedendo così alla finale per il terzo posto. Qui ha realizzato una grande prestazione, battendo la tedesca Gudrun Stock e conquistando così la medaglia di bronzo. La polacca Justyna Kaczkowska sale sul gradino più alto del podio dopo aver superato in finale l’olandese Annemiek Van Vleuten.

Una giornata da incorniciare per Balsamo, che è stata anche protagonista della terza medaglia azzurra. Infatti la coppia formata da Balsamo e Maria Giulia Confalonieri ha conquistato il bronzo nel madison, grazie ad una gara gestita in modo ottimale. Le azzurre hanno vinto il terzo sprint e poi hanno fatto punti in tutti i rimanenti tranne il settimo, accumulando così 13 punti, che valgono la terza posizione. La medaglia d’oro è andata al Belgio, con la gara perfetta realizzata da Jolien D’hoore e Lotte Kopecky, che hanno fatto punti in tutti gli sprint, trovando il successo con 29 punti. Secondo posto invece per la Gran Bretagna, con Elinor Barker e Emily Nelson che chiudono a sei punti dalla vetta.

Non è andata altrettanto bene nell’omnium dove Stefano Moro ha chiuso in quattordicesima posizione con 36 punti. Il giovane azzurro non è stato protagonista in nessuna prova, chiudendo sempre di poco oltre la decima piazza. Successo del danese Niklas Larsen, che gestisce la gara da padrone, con un secondo posto nelle prime due prove e la vittoria nelle ultime due, che gli regalano una netta vittoria con 191 punti. Il secondo classificato, il polacco Szymon Sajnok, si ferma infatti a 149 punti, solamente due in più dello svizzero Claudio Imhof, che chiude al terzo posto.

Nel keirin Maila Andreotti è stata eliminata al primo turno. La medaglia d’oro è andata alla tedesca Kristina Vogel, che ha preceduto di soli 67 centesimi la russa Daria Shmeleva, mentre al terzo posto è arrivata l’australiana Stephanie Morton.

Concludiamo con la velocità. Nella prova a squadre femminile successo per la Germania, con la coppia formata da Pauline Sophie Grabosch e Kristina Vogel, che ha battuto in finale l’Olanda di Kyra Lamberink e Hetty Van De Wouw. Completa il podio la Russia. Infine, nello sprint individuale maschile arriva la vittoria dell’australiano Matthew Glaetzer, che supera in finale il polacco Mateusz Rudyk. Bronzo invece per il neozelandese Edward Dawkins





CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI SUGLI EUROPEI DI CICLISMO SU PISTA

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Fci

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top