Calcio, Svezia-Italia: oggi le convocazioni di Ventura. La possibile rosa azzurra

calcio-lorenzo-insigne-italia-twitter-vivo-azzurro-e1506948502544.jpg

CLICCA QUI PER I CONVOCATI DELL’ITALIA

 

In giornata il commissario tecnico della Nazionale Italiana di calcio Giampiero Ventura diramerà la lista dei convocati per il fondamentale playoff della selezione nostrana contro la Svezia: il 10 novembre si andrà a Stoccolma mentre il 13 novembre sarà la “Scala del Calcio” di Milano teatro del match di ritorno.

Una sfida irta di ostacoli contro una compagine quadrata che pur priva di un giocatore di grandissima classe come Zlatan Ibrahimovic, sa essere competitiva. Una squadra formata per lo più da quei ragazzi che, nel 2015, sorpresero tutti aggiudicandosi gli Europei 2015 Under21 di cui ricorda bene l’esito anche il ct della Nazionale di categoria Luigi Di Biagio, uscita di scena nei gironi perdendo il primo match 2-1 proprio contro gli scandinavi. Formazione strutturata tatticamente su un classico 4-4-2 nel quale il giocatore di maggior qualità è Marcus Berg, autore di ben 8 marcature nelle qualificazioni. Un calciatore con esperienza passate all’Amburgo ed al Panathinaikos che ha scelto la destinazione degli Emirati Arabi, per vestire la maglia dell’Al-Ain. Non bisogna poi dimenticarsi della mente creativa nello scacchiere di Andersson ovvero Emil Forsberg del Lipsia, calciatore sempre più determinante oltre che il difensore del Manchester United Victor Lindelöf, dotato di grande fisicità.

L’Italia, quindi, dopo i tanti problemi messi in evidenza nell’ultimo periodo (la sconfitta contro la Spagna, il pareggio in casa contro la Macedonia e la vittoria sofferta in Albania) deve assolutamente rispondere presente all’appuntamento. Quel 1958, anno nel quale il Bel Paese non veniva rappresentato nella fase finale di una rassegna iridata, non può e non deve ripetersi. Lo sa Ventura e ne sono coscienti i calciatori. Un gruppo quello azzurro che, purtroppo, non abbonda di talento ed è fortemente dipendente da quei giocatori che, tecnicamente, sono sopra la media. Quale sarà quindi la possibile rosa che il tecnico ex Torino prenderà in considerazione? Andiamo ad analizzare la situazione nei vari reparti.

PORTIERI

Tra i pali ci sono pochi dubbi: Buffon e Donnarumma saranno i punti fermi con uno tra Perin e Sirigu come terzo portiere. Il ruolo del n.1 della Juventus, capitano dei bianconeri e della Nazionale sarà anche quello di leader carismatico in campo. In un confronto così teso l’esperienza dell’estremo difensore sarà decisiva.

 

DIFENSORI

Totem della retroguardia non potranno che essere Barzagli, Bonucci e Cheillini, divisi nei club ma nuovamente uniti in Nazionale dopo aver scritto pagine importanti con la Vecchia Signora e costituendo con il citato Buffon la BBBC. Alternative eventuali potrebbero essere Rugani e Astori mentre sulle fasce i prescelti dovrebbero essere D’Ambrosio e Zappacosta sull’out destro e Spinazzola Darmian sulla sinistra.

 

CENTROCAMPISTI

La mediana dovrebbe essere territorio riservato a De Rossi e Verratti, con Parolo prima alternativa e Pellegrini in netto vantaggio su Gagliardini, anche se il giocatore dell’Inter nelle ultime uscite appare in crescita. I primi due citati sono mancati come il pane negli ultimi due match. In particolare il giocatore del PSG è chiamato ad una prestazione di livello anche se forse l’ormai noto 4-2-4 non ne esalta affatto le proprie caratteristiche.

ESTERNI

Parlando di 4-2-4, è ovvio che si troverà a giocare sugli esterni avrà delle responsabilità non indifferenti. Candreva e Insigne sono praticamente certi di far parte della rosa dei convocati. I due calciatori di Inter e Napoli stanno infatti vivendo un ottimo momento con i loro club e sono spesso decisivi per le sorti delle loro squadre in campionato. Nonostante il ko con il Manchester City del San Paolo in Champions League, “Lorenzo il Magnifico” è stato tra i migliori in campo ed una prova del genere dovrà essere replicata. In questo senso Ventura difficilmente potrà privarsi anche di un calciatore come El Shaarawy protagonista assoluto con la maglia della Roma con gol realizzati ed una condizione fisica invidiabile. Probabile anche la chiamata di Bernardeschi che, nonostante lo scarso impiego tra le fila della Juve, potrebbe avere ancora una chance di essere incluso nell’organico. L’ultimo posto dovrebbe essere riservato ad un altro giallorosso ovvero Florenzi, reduce da due gravi infortuni, ma tornato in auge con la formazione di Eusebio Di Francesco. Calciatore, tra l’altro, capace di ricoprire più ruoli.

 

ATTACCANTI

Nel settore offensivo Ventura dovrebbe avere a disposizione anche il “Gallo” Bellotti ko circa un mesa fa per una lesione a legamento collaterale del ginocchio destro. Non sarà al meglio ma verosimilmente lo vedremo in campo insieme ad Immobile capocannoniere della compagine italiane nel girone di qualificazione (6 gol) e protagonista di un inizio folgorante con la maglia della Lazio con 14 reti. E’ lui, al momento, l’unica vera certezza nel settore offensivo italico. Alle loro spalle scalpita per un rientro, dopo quel rigore sbagliato nei quarti di finale degli Europei 2016 contro la Germania, Zaza: le 9 reti messe a segno nella Liga (secondo solo a Leo Messi) la dicono lunga. Alle loro spalle vi saranno quasi certamente Eder e Gabbiadini mentre nessun ritorno per Balotelli.

 





 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI CALCIO

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo twitter Nazionale Italiana

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top