Biathlon, Coppa del Mondo Oestersund 2017: Johannes Boe domina e non lascia scampo ai francesi Fillon Maillet e Fourcade. Hofer ottimo sesto

Johannes-Boe-Biathlon-Romeo-Deganello.jpg

Prima gara individuale della Coppa del Mondo 2017/18 di Biathlon e subito una sorpresa. Tutti aspettavano la consueta cavalcata del campione mondiale Martin Fourcade, ma il francese è stato schiantato dal norvegese Johannes Boe che ad Oestersund ha davvero dominato la 20km con una prova letteralmente strepitosa, sia sugli sci che allo sparo e centra la quattordicesima vittoria in Coppa del Mondo. Il ventiquattrenne nato a Stryn ha rifilato distacchi pesanti ai rivali e ha fatto capire che in questo anno che ci porterà alle OIimpiadi, non avrà la minima intenzione di fare da spettatore. Al secondo posto, infatti, troviamo il francese Quentin Fillon Maillet a 2:01.0 di ritardo, terzo Fourcade a 2:14.3, quarto l’austriaco Julian Eberhard a 2:17.5, quinto il russo Anton Babikov a 2:20.7, sesto il nostro Lukas Hofer che, dopo una bella rimonta chiude a 2:30.1, settimo lo svizzero Benjamin Weger a 2:34.1, ottavo il lettone Andrejs Rastorgujevs, davanti al russo Alexander Loginov a 2:38.1 ed allo sloveno Klemen Bauer che chiude la top ten.. Male Ole Einar Bjoernadalen termina la sua prova in diciottesima posizione, dopo un solo errore ma una prestazione deficitaria sugli sci con 3:34.7 dalla vetta. Dominik Windisch sbaglia troppo è finisce trentanovesimo, mentre Thomas Bormolini è cinquantesimo

LA GARA – Al primo giro di spari Johannes Boe arriva in spinta e non sbaglia, ripartendo con 10 secondi esatti di vantaggio su Fourcade, 12,6 sul lettone Rastorgujves, 17.8 sul fratello Tarjei Boe (che rovinerà tutto nella seconda sessione di tiro) 18.4 sul tedesco Erik Lesse e 23.4 sull’austriaco Simon Eder. Settima posizione per il francese Simon Desthieux, ottavo il norvegese Lars Helge Birkeland, nono Eberhard e decimo lo svizzero Benjamin Weger. Errore nella prima serie per Hofer che spreca un ottimo avvio e si ritrova a 1:25.7 dalla vetta in quarantottesima posizione. Fa decisamente peggio Windisch che di errori ne commette due ed è ottantaduesimo a 2:22 da Boe.

Nella prima postazione in piedi Rastorgujevs, che era arrivato a soli 1,5 secondi da Fourcade, commette il primo errore e lascia per strada un pesante minuto nei confronti del francese. Il vero dominatore fino a metà gara è, però, il norvegese Johannes Boe che allunga sul campione del mondo a 17.2 secondi. Gli inseguitori sono ormai a distacchi siderali, con Eder a 41.8 secondi ed Eberhard a 44.6, Fillon Maille a 54.4, Weger a 58.4 mentre lo sloveno Jakov Fak è già oltre il minuto di gap. Risale Hofer che fallisce un altro colpo, ma è comunque ventiseiesimo a 2:27 dalla prima posizione. Anche Windisch migliora ed arriva in quarantaquattresima posizione a quasi tre minuti e mezzo di distacco. Bormolini (con tre errori sulla coscienza) viaggia oltre il sessantesimo posto.

Johannes Boe prosegue nel suo show sia nel tratto sugli sci che nella piazzola a terra e guadagna ancora su Fourcade. Il francese al terzo turno si trova a 20.6 secondi (aspettando molto tempo prima di scagliare il primo colpo) e rimane l’unico vero rivale per il norvegese che vanta ben un minuto di vantaggio sul Eberhard, Eder e il francese Quinten Fillon Mallet in risalita a 1:09 e lo sloveno Bauer a 1:14. Il tedesco Lesser è settimo (ma crollerà nell’ultima serie con due colpi mancati), mentre l’elvetico Weger tiene la ottava posizione a 1:30 mentre Hofer agguanta la sedicesima posizione a 2:26, per cui guadagna addirittura un secondo rispetto al leader della gara.

Nell’ultima serie in piedi avviene qualcosa di incredibile: Fourcade commette addirittura due errori e lascia via libera a Johannes Boe. Il francese, messo sotto pressione dal norvegese, compie una vera e propria frittata e lascia sul terreno 2:04 da un impeccabile scandinavo che vola verso la prima vittoria in questa tipologia di gara. Al secondo posto un transalpino c’è, ma è Fillon Maillet che chiude senza errori ma viaggia con 1:32 dal norvegese, davanti ad un arrembante russo Babikov a poco più di due minuti, davanti a Weger, Eberhard e Fourcade costretto a questo punto alla rimonta rabbiosa e Fak. Hofer prosegue nella risalita ed è decimo a 2:32, per cui ancora sui tempi dei migliori.

Fourcade da il tutto per tutto per risalire la china ma non va oltre il terzo posto. La 20km individuale, quindi, va nelle mani di Johannes Boe, vero dominatore di giornata, che precede Fillot Maillet e il campione del mondo. Eberhard e Babikov sfiorano il podio per pochi secondi, mente Hofer chiude in crescendo in sesta posizione.

 





 

 

CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTE LE NOTIZIE DI BIATHLON

alessandro.passanti@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Johannes Boe – Romeo Deganello

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top