Volley, Supercoppa Italiana 2017: le quattro partecipanti ai raggi X. La Lube a caccia del triplete, a contenderle il titolo saranno Trento, Perugia e Modena

LUBE.jpg

Archiviati gli appuntamenti con la Nazionale, il volley maschile riparte dalla Supercoppa Italiana, in programma il 7 e l’8 ottobre a Civitanova. La città marchigiana ospita per la prima volta la manifestazione e la Lube campione d’Italia potrà quindi godere del tifo dei suoi sostenitori. Le altre squadre che parteciperanno sono la Diatec Trentino, la Sir Safety Conad Perugia e l’Azimut Modena, rispettivamente seconda, terza e quarta classificata nello scorso campionato di Superlega. Il regolamento prevede che le due semifinali vedano in campo le finaliste della serie scudetto e della Coppa Italia secondo lo schema di incrocio tra vincitrice dello scudetto e perdente della finale di Coppa Italia da una parte e vincitrice della Coppa Italia contro la “runner up” di Superlega. Visto che coincidono vincitrice e finalista delle due competizioni (Lube e Trento), sono qualificate all’evento Modena e Perugia, le due migliori squadre in regular season escludendo le prime due.

Conosciamo meglio le formazioni che si contenderanno il titolo: le rose, la storia, i giocatori di punta.

 

CUCINE LUBE CIVITANOVA

La squadra che ha vinto scudetto e Coppa Italia nella scorsa stagione, davanti ai suoi tifosi vorrà fare bella figura e continuare ad arricchire la bacheca della società. La formazione allenata da Giampaolo Medei dopo l’addio di Chicco Blengini, punta molto sull’asse americano formato da Micah Christenson, uno dei palleggiatori più forti del mondo e Taylor Sander, neoacquisto, entrambi reduci dai campionati Nordamericani che hanno stravinto. Medei, però, potrebbe lasciare lo schiacciatore americano in panchina per schierare la coppia azzurra Jiri Kovar-Osmany Juantorena, quella titolare nella scorsa stagione. Confermatissimi anche l’opposto Tsvetan Sokolov, uno dei giocatori migliori per rendimento e il libero francese Jenia Grebennikov.
La Lube ha già vinto 4 Supercoppe, l’ultima nel 2014, quest’anno ci riproverà per monopolizzare tutti i trofei della stagione. La squadra è di altissimo livello in tutti i fondamentali, può fare affidamento su giocatori di caratura internazionale e che, grazie al fatto di essere compagni ormai da qualche anno, godono anche di un ottimo affiatamento tra di loro.

 

DIATEC TRENTINO

La squadra di Angelo Lorenzetti parte con molte novità nella sua formazione: nel sestetto iniziale sono stati confermati soltanto il capitano Filippo Lanza e il super talento di Simone Giannelli, nato pallavolisticamente proprio nella Diatec. Il regista completerà la diagonale con un altro compagno di Nazionale, Luca Vettori, arrivato da Modena e pronto a riscattarsi dopo gli Europei. Dagli azzurri che restano agli azzurri che vanno via: lascia Trento dopo ben 7 anni il libero Massimo Colaci e con lui anche Oleg Antonov e Daniele Mazzone. I vice campioni d’Italia si affideranno ai punti di Uros Kovacevic e ai muri del brasiliano Eder Carbonera, argento alla World League quest’estate.
Come negli anni passati Trento propone una squadra molto giovane e di grande talento e, nonostante i tanti innesti e la necessità di ricreare gli automatismi di gioco, pare che anche stavolta sapranno dire la loro.
Nella sua storia Trento ha vinto due volte la Supercoppa, nel 2011 e nel 2013, in entrambi i casi era reduce dalla vittoria dello scudetto. Vedremo se quest’anno smentiranno questa statistica, per farlo dovranno prima arrivare alla finale battendo Perugia.

 

SIR SAFETY CONAD PERUGIA

Perugia sarà ancora guidata dal giocatore del secolo, Lorenzo Bernardi, nonostante i complicati rapporti col presidente Gino Sirci, che adesso sembrano essersi appianati per il bene della squadra. La società umbra non ha ancora vinto trofei ed è uscita molto delusa dalla scorsa stagione in cui non è stata in grado di cambiare questa storia, nonostante gli acquisti eccellenti fatti sul mercato.
Quest’anno sono state importantissime le conferme da parte di quasi tutto il sestetto titolare a partire da Ivan Zaytsev che, al centro di un’estate turbolenta a causa dell’esclusione dalla Nazionale, vorrà tornare subito a giocare e a far sentire la sua forte personalità in campo. Sempre in coppia con lui anche Aaron Russell, schiacciatore della Nazionale a stelle e strisce che abbiamo visto (e battuto) alla Grand Champions Cup. La diagonale Luciano De Cecco-Alexandar Atanasijevic è ormai il marchio di fabbrica di Perugia, lo scheletro su cui in questi anni si è costruita il resto della squadra, grazie alla grande intesa tra i due che ormai si trovano a memoria e regalano giocate spettacolari grazie alla fantasia e al talento che non mancano a nessuno dei due. Dalla Nazionale italiana esordiranno con la maglia dei Block Devils il libero Massimo Colaci e i centrali Fabio Ricci e Simone Anzani, che andranno ad affiancare il confermato Marko Podrascanin, bronzo agli Europei.

 

AZIMUT MODENA

E’ l’ultima vincitrice della Supercoppa Italiana che ha portato a casa nel 2016 vincendo la finale contro Perugia e che ha aggiunto al palmares ricchissimo della società insieme alle altre due Supercoppe vinte nel 1997 e nel 2015.
Il club più titolato d’Italia ha scelto di essere allenata da Radostin Stoytchev, tecnico bulgaro che con Trento ha vinto 4 scudetti, 3 Coppe Italia e una Supercoppa, 3 Champions League e 4 Mondiali per Club. Una lista di successi che farebbero gola a chiunque e che hanno spinto la Presidente Catia Pedrini a ingaggiarlo.
Nel roster fondamentale il ritorno di Bruno che, dopo un anno in Brasile, al Sesi, ha deciso di tornare a Modena con cui ha già vinto uno scudetto, due Coppe Italia e una Supercoppa. Il regista verdeoro è già una carta vincente, da testare il suo feeling con Giulio Sabbi, nuovo acquisto che prende il posto del compagno di Nazionale Luca Vettori. Immancabile la presenza del trascinatore Earving Ngapeth, lo schiacciatore francese che durante l’estate ha sofferto di problemi alla schiena che non gli hanno permesso di essere agli Europei e che adesso ha voglia di tornare a mettersi in gioco e di regalare spettacolo con le sue magie. Suo compagno di reparto, partito Petric, sarà Tine Urnaut, lo sloveno arrivato da Trento insieme a Daniele Mazzone che sarà al centro insieme al confermato Maxwell Holt per rimpiazzare le cessioni di Matteo Piano e Kevin Le Roux. A presidiare la difesa è rimasto Salvatore Rossini, al terzo anno con la maglia di Modena.
Le carte per una stagione eccellente ci sono tutte, la prima occasione per fare il punto della situazione sarà proprio la Supercoppa, in cui li attende una prima sfida di fuoco contro la Lube padrona di casa.





Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Facebook Lube Volley

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top