Judo, Mondiali Junior 2017: venti azzurrini in gara a Zagabria


Dal 18 al 22 ottobre, Zagabria ospiterà la ventunesima edizione dei Campionati Mondiali Junior di judo, che vedranno all’opera oltre seicento atleti provenienti da 87 Paesi.

Tra le nazionali protagoniste ci sarà naturalmente anche quella italiana, che si presenterà con una squadra agguerritissima. La delegazione sarà condotta dal direttore tecnico nazionale Kiyoshi Murakami, coadiuvato dagli allenatori federali Raffaele Toniolo, Dario Romano, Francesco Bruyere, Luca Poeta e Raffaele Parlati. Di seguito, invece, l’elenco dei venti judoka convocati per la rassegna iridata giovanile: Alessia Ritieni (48 kg), Annarita Campese (52 kg), Simona Pollera (52 kg), Anita Cantini (57 kg), Giovanna Fusco (57 kg), Alice Bellandi (70 kg), Martina Esposito (70 kg), Andrea Carlino (55 kg), Mattia Martelloni (55 kg), Biagio D’Angelo (60 kg), Angelo Pantano (60 kg), Manuel Lombardo (66 kg), Gabriele Sulli (66 kg), Leonardo Casaglia (73 kg), Giovanni Esposito (73 kg), Salvatore D’Arco (81 kg), Christian Parlati (81 kg) e, unicamente per la gara a squadre, Annalisa Calagreti (+78 kg), Andrea Fusco (90 kg) e Lorenzo Agro Sylvan (+100 kg).

L’obiettivo per gli azzurri sarà naturalmente quello di salire sul podio, migliorando il bottino di tredici medaglie vinte dai judoka italiani nella storia di questa manifestazione, con l’unico oro firmato da Antonio Esposito nel 2013. Quella del 2013, che vide pure il bronzo di Odette Giuffrida, è stata anche l’ultima edizione della rassegna a regalare medaglie all’Italia, mentre la tabella del medagliere è rimasta ferma a quota zero sia nel 2014 che nel 2015. Tra i convocati per questa competizione, ci sono tuttavia i tre medagliati degli Europei di categoria: Gabriele Sulli (66 kg), che fu argento, Christian Parlati (81 kg) ed Alice Bellandi (70 kg), entrambi bronzo.

Il Campionato del Mondo Junior è di sicuro l’obiettivo della stagione per questa classe d’età“, ha dichiarato Francesco Bruyere attraverso il sito federale, “per lo Staff Tecnico è un’importante opportunità per analizzare e valutare gli atleti che potenzialmente potranno intraprendere il percorso di qualificazione per Tokyo 2020. All’Olimpiade mancano ancora 3 anni, ma gli atleti che oggi gareggiano in questa rassegna iridata sono quelli che avranno l’età giusta per eccellere nel futuro prossimo. Il livello di questo Mondiale Juniores è decisamente elevato, considerata la presenza di atleti del calibro di Hidayat Heydarov (AZE), Uta Abe (JPN), Genki Koga (JPN), Daria Bilodid (UKR), e altri atleti che si sono già affermati nelle più importanti competizioni senior. A Zagabria saranno impegnati i migliori giovani, atleti che hanno ottenuto importanti risultati nelle gare di preparazione e che stanno seguendo, assieme alla squadra senior ed altri giovani, un percorso di costruzione con finalità Olimpica. Un percorso che, dopo il periodo di competizione è iniziato con la trasferta in Giappone in luglio, per proseguire poi ad Ostia e Bardonecchia, prima del Mondiale seniores. Agli Europei Juniores competitività e livello dei nostri è stato positivo, anche se i risultati non rispecchiato le qualità effettive degli atleti, ed è per questo che ci affacciamo al mondiale con buone prospettive e ottime sensazioni. Tecnicamente e fisicamente siamo pronti, il Campionato del Mondo è una competizione difficile da affrontare, ma sempre con la massima determinazione”.

giulio.chinappi@oasport.it





Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Judo zveza Slovenije

Lascia un commento

scroll to top