Pattinaggio Artistico, Lombardia Trophy 2017: Charlène Guignard-Marco Fabbri vincono nella danza, tra gli uomini si esalta Matteo Rizzo


L’ultima giornata di gare all’Ice Lab di Bergamo per il Lombardia Trophy 2017 ha visto scendere sul ghiaccio prima gli uomini, con il loro programma libero e poi le coppie di danza.

Tra i ragazzi la vittoria nel free program è andata a Shoma Uno, argento mondiale in carica, che ha riproposto le musiche della “Turandot” usate nella stagione 2015-16. Il giapponese ha ottenuto 214.97 punti, suo nuovo personal best, per un totale di 319.84, anche questo nuovo record personale che gli garantisce la medaglia d’oro con un certo vantaggio rispetto al secondo classificato, l’americano Jason Brown con 176.87 punti, per un totale di 259.88. Grande prova dell’azzurro Matteo Rizzo, che arriva terzo nel free program con 155.35 punti, punteggio che supera decisamente il suo migliore fino ad oggi (134.97 al Denkova-Staviski Cup 2015). In classifica generale Rizzo arriva quinto, medaglia di bronzo invece all’australiano Brendan Kerry che nel libero ottiene 150.75 punti per un totale di 233.05. Gli altri italiani, Ivan Righini e Maurizio Zandron, si piazzano all’ 11° e 12° posto nel programma libero, 11° e 13° in classifica generale.

Nel pomeriggio è andata in scena l’ultima gara del torneo, la free dance che ha visto trionfare la coppia italiana di Charlène Guignard e Marco Fabbri che hanno danzato sulle note dei Muse con “Exogenesis Symphony Part III” e hanno ottenuto 99.04 punti e 169.30 totali. I due, seguiti dalla coach Barbara Fusar Poli e dal coreografo Corrado Giordani, hanno eseguito una buona prova, sporcata soltanto da un sollevamento non riuscito, ma di ottima qualità nel resto dell’esercizio. Alle loro spalle si conferma la coppia russa Alla Loboda-Pavel Drozd, argento mondiale juniores in carica, che si è esibita sulle musiche del musical “Chicago”, con 91.06 punti e 154.40 totali. Terza piazza per Alexandra Nazarova e Maxim Nikitin: gli ucraini, bronzo ai mondiali juniores 2015, hanno montato una coreografia sulle note della colonna sonora di “Pirati dei Caraibi” e hanno ottenuto 89.82 punti, 150.88 in classifica generale. La seconda coppia italiana, formata da Jasmine Tessari e Francesco Fioretti è scesa sul ghiaccio per ultima e con una free dance da 77.22 punti e un totale di 132.76 punti hanno fatto registrare i loro personal bests (che risalivano al Lombardia Trophy 2016) e hanno guadagnato una posizione in classifica rispetto a ieri chiudendo al 7° posto.

 

 

Foto: Valerio Origo

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

scroll to top