Golf, European Tour 2017: Lucas Bjerregaard domina l’ultimo giro e conquista il primo titolo al Portugal Masters. Nino Bertasio chiude 12°

Lucas-Bjerregaard-Golf-Twitter-European-Tour-e1506272507988.jpg

Si è concluso con la vittoria di Lucas Bjerregaard il Portugal Masters, prova dello European Tour disputata questo weekend sul Dom Pedro Victoria Golf Course di Vilamoura. Quello del danese è stato un autentico trionfo: partito in testa, non ha lasciato praticamente spazio ai suoi rivali, dominando il giro sin dall’inizio. Dominando in particolare il suo rivale diretto, il sudafricano George Coetzee, che giocava con lui partendo un colpo indietro. Già a metà giro, però, il divario tra i due si era allargato, con Bjerregaard uscito dalle prime nove con quattro birdie ed un bogey, facendo meglio rispetto ai soli due birdie di Coetzee. Il vantaggio del danese è arrivato a tre colpi con il birdie della 11, “perso” poi con il bogey alla 14. I birdie finali alle buche 15 e 17 però hanno consegnato al danese un rotondo -20 e soprattutto la prima vittoria sul tour europeo, chiudendo un gran giro in 65 (par 71) ed un fine settimana vissuto da protagonista.

È crollato alla distanza Coetzee, invece, che nelle ultime buche ha trovato solo par perdendo la seconda posizione proprio alla buca 18, quando ha trovato un sanguinoso triplo bogey. Un risultato che lo ha fatto crollare dalla seconda alla settima posizione, con un totale di -13. A chiudere in seconda posizione è stato dunque lo scozzese Marc Warren, con -16, complice un bel giro in 67 un eagle alla 17 ma “macchiato” dal bogey alla 18. Terzi a -15, invece, due inglesi, Graeme Storm ed Eddie Pepperell. Al quinto posto, invece, due giocatori di casa a -14, i portoghesi Ricardo Gouveia, autore di un gran giro in 65, e José-Filipe Lima, protagonista di ben quattro birdie nelle seconde nove. A chiudere la top ten, invece, a -13, il sudafricano Dean Burmester, lo svedese Sebastian Soderberg, lo spagnolo Nacho Elvira, il cinese Ashun Wu, oltre al sopracitato Coetzee.

Nino Bertasio ha chiuso invece in 12^ posizione con -12. Un risultato positivo per lui, che gli permette di recuperare tante posizione nella money list e rimanere in corsa per confermare la carta per il prossimo anno, ma che poteva essere migliore. Bertasio, che partiva dalla settima posizione, ha chiuso le prime nove in par, con due birdie ed un doppio bogey, mantenendosi in linea con il 71 finale e pagando un bogey alla 18 che gli ha negato la top ten. Un torneo che lascia comunque sensazioni positive a Bertasio in vista del finale di stagione.

 




 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Twitter European Tour

Lascia un commento

scroll to top