Boxe, Europei juniores 2017: l’Italia conquista due bronzi con Santini nei 52 kg e Zdrinca negli 80 kg

mattias-zdrinca-1-boxe-foto-fpi-facebook.jpg

Si concludono oggi gli Europei Juniores di boxe in programma ad Albena, all’Albena Sports Hall, in Bulgaria. Per l’Italia, dopo un inizio da dimenticare con l’eliminazione dei primi nove pugili saliti sul ring, oggi sono arrivate due ottime medaglie di bronzo. Emanuele Massimo Santini nei 52 kg e Mattias Zdrinca negli 80 kg sono, infatti, saliti sul terzo gradino del podio.

Oggi pomeriggio erano in programma le semifinali. Il primo a salire sul ring è stato Santini, nel match contro l’irlandese Clancy. La sconfitta per 4-1 è arrivata al termine di un incontro molto combattuto, in cui il giovane azzurro ha combattuto bene, come sempre fatto nel corso di questo torneo: per Massimo, comunque, arriva uno splendido terzo posto continentale che può costituire un ottimo punto di partenza per la carriera. Lo stesso discorso vale per Mattias Zdrinca, sconfitto con il verdetto di 5-0 dal pugile di casa Stefanov. Anche per lui questa sarà una rassegna da ricordare. L’Italia chiude l’Europeo juniores con due medaglie di bronzo, anche se non si può parlare di spedizione ampiamente soddisfacente visto il gran numero di sconfitte arrivate nel primo turno, con ben nove pugili su dodici eliminati.

Commenta così i risultati di Santini e Zdrinca il coach della Nazionale Giulio Coletta: “Quello di Santini è stato un match molto più equilibrato di quanto dica il punteggio. I quattro 30-27 per Clancy non sono veritieri, ma sono comunque molto soddisfatto di quanto ha fatto il ragazzo. Anche il 5-0 con cui è stato sconfitto Zdrinca mi lascia perplesso, perché il nostro pugile ha mantenuto un ottimo ritmo per tutto il match e il bulgaro avrà messo a segno al massimo tre colpi. Torniamo a casa con due medaglie di bronzo, che è comunque un buon risultato. Ringrazio tutto lo staff azzurro a partire dal maestro Rosi per proseguire con il dott. Fabbri, il fisioterapista Giulietti, il team Leader Esposito, senza dimenticare ovviamente le società di appartenenza dei nostri atleti. ”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FPI pagina Facebook

Lascia un commento

scroll to top