Tennis, Masters 1000 Montreal 2017: Alexander Zverev raggiunge Roger Federer in finale. Termina la favola di Denis Shapovalov sconfitto in due set

profilo-twitter-Zverev.jpg

Termina in semifinale la favola del 18enne Denis Shapovalov nel Masters 1000 di Montreal (Canada). Sul cemento di casa, il giovanissimo canadese è stato sconfitto dal “più esperto” Alexander Zverev, numero 8 del mondo, con il punteggio di 6-4 7-5 in 1 ora e 44 minuti di partita. Un match deciso su pochi punti in cui il teutonico ha saputo mettere a frutto la sua maggiore esperienza in queste partite giocando meglio i punti importanti. Tuttavia, questo risultato non toglie nulla al grande cammino compiuto dal tennista nato a Tel Aviv da genitori russi.

Nel primo set l’andamento iniziale è equilibrato anche se si comprende immediatamente come il 20enne di Amburgo soffra meno il tennis del rivale in risposta riuscendo a creare maggiori difficoltà a Shapovalov specie con il rovescio a due mani. Un’impressione che si tramuta in realtà nel nono game: quando la pallina scotta Sascha alza il proprio livello e strappa il servizio al nordamericano alla prima palla break. Forte dell’oltre 80% di punti ottenuti con la prima Zverev fa sua la frazione con lo score di 6-4.

Nel secondo parziale entrambi perdono la battuta commettendo qualche errore di troppo. Il padrone di casa rischia maggiormente nello scambio, aumentando la profondità di palla, riuscendo ad andare avanti 0-40 nell’ottavo game con 3 palle break a disposizione. In questo caso, il teutonico mantiene la freddezza aggrappandosi al servizio ed annullando le tre chance. Un episodio decisivo perchè nell’undicesimo game è il n.8 del mondo ad avere una opportunità “break”, puntualmente sfruttata. Il classe ’97 va a servire per il match ed è costretto ad annullare tre palle break prima di chiudere vittoriosamente la contesa 7-5.




giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: profilo twitter Atp World Tour

Lascia un commento

Top