Beach Volley, Finali World Tour 2017, Amburgo. E’ SEMIFINALE!!! Show di Lupo/Nicolai al tie break con Herrera/Gavira: la corsa al podio continua per gli azzurri!


Non finiscono mai di stupire Daniele Lupo e Paolo Nicolai e oggi confezionano un vero e proprio regalo a tutti gli appassionati del beach volley battendo 2-1 in rimonta Herrera/Gavira e qualificandosi per la semifinale delle World Tour Finals di Amburgo dove attendono la vincente della riedizione della finale mondiale di Vienna tra Doppler/Horst ed Evandro/Andrè.

Il tie break giocato dagli azzurri è stato un concentrato di prodezze e giocate spettacolari, di solidità, potenza e scaltrezza, dieci minuti di grandissimo beach volley ai livelli massimi assoluti, un’altra prova che la coppia italiana, ormai, è nell’elite del beach volley all time, non solo contemporanea. Una grande vittoria e prestazione per gli azzurri contro i coriacei spagnoli che quest’anno avevano battuto due volte la coppia italiana a Den Hague ma stavolta si devono inchinare allo strapotere di Lupo/Nicolai.

Nella prima parte di gara gli azzurri prendono subito il largo (4-1) sfruttando qualche errore spagnolo ma, sul 15-12, arrivano due ace consecutivi di Gavira (letale in battuat) che rimette in carreggiata gli iberici (15-15)., Nicolai regala l’ultimo vantaggio all’Italia (17-15), mentre nel finale qualche errore di troppo costa caro agli azzurri che vengono raggiunti a quota 18, superati e battuti 21-19 con la difesa e la rigiocata vincente di Herrera.

Dura poco lo scoramento della coppia italiana che, ancora una volta, scende in campo dopo aver perso un set tirato, come se nulla fosse accaduto e si rimette a macinare gioco. Gli azzurri accelerano in battuta e mettono in crisi la coppia spagnola che inizia a sbagliare molto e a non essere più efficace in cambio palla. Lupoi/Nicolai vanno in fuga: 13-7, gli iberici provano ad avvicinarsi (14-11 e 16-13 con le battute di Gavira) ma nel finale c’è solo Italia e un Lupo stratosferico: 21-14.

Nel tie break gli spagnoli approfittano di un paio di errori di Lupo per un illusorio vantaggio (5-7). Nicolai piazza due muri consecutivi e porta avanti l’Italia 8-7, poi inizia lo show. Lupo non lascia cadere più nulla e mette a terra palloni quasi impossibili. Gli azzurri hanno qualcosa in più e volano sul 13-10 con difesa e contrattacco chirurgico di Lupo sulla mano esterna del muro. Il punto del 14-11 è un’alzata in bagher dai nove metri di Nicolai su ricezione sbagliata di Lupo che chiude con una bordata di potenza imprendibile e, subito dopo, Nicolai chiude la strada a Herrera con il muro: chapeau e semifinale per gli italiani, in quella che sarà una delle partite da ricordare nel tempo.

 

Lascia un commento

scroll to top