Vela, Mondiali 470 2017: Berta e Carraro in difficoltà, protagoniste di una collisione. Ferrari e Calabrò sono al 19° posto tra gli uomini

470-vela-foto-pagina-fb-federvela.png

Hanno preso il via oggi i Campionati del Mondo della classe 470 di vela. Nelle acque di Salonicco, in Grecia, 77 equipaggi maschili e 61 femminili, per un totale di ben 138 imbarcazioni, si contenderanno il titolo iridato. La prima giornata si è disputata secondo il programma previsto: tre prove sia per gli uomini che per le donne, entrambi divisi in due batterie.

In campo maschile è iniziato bene il Mondiale della coppia composta da Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò: i due infatti, hanno vinto la prima prova della flotta blu mentre nella seconda regata hanno chiuso al 14° posto. In classifica generale si trovano al 19° posto. Nella terza regata hanno chiuso 15esimi ma il risultato è (al momento) scartato. Dietro di loro poi, in 26^ posizione, il secondo equipaggio maschile, formato da Matteo Capurro e Matteo Puppo. I due hanno gareggiato con la flotta gialla, ed hanno collezione un ottavo ed un quattordicesimo posto (prima e terza regata), mentre nella seconda hanno raccolto una penalità in partenza.

La classifica vede al momento in testa gli svedesi Anton Dahlberg e Fredrik Bergstrom, dominatori del gruppo giallo con due primi ed un secondo posto. A tre lunghezze di distanza però, incalzano gli australiani Mathew Belcher e Will Ryan (4-4-1, flotta blu) ed i turchi Deniz e Ates Cinar (11-2-3, flotta blu).

Tra le donne c’era tanta attesa per le azzurre Elena Berta e Sveva Carraro, medaglia d’argento agli Europei di maggio. Le due italiane però, non hanno brillato ed hanno chiuso la giornata al 26° posto generale: la prima regata (flotta blu) è terminata con un 16° posto, migliorato poi nella seconda, chiusa in 7^ piazza. Nella terza regata di giornata però, Berta e Carraro hanno dovuto abbandonare la gara anzitempo per via di una collisione con l’equipaggio tedesco. Il danno a prua è ingente ma il tecnico italiano presente a Salonicco sarà in grado di rimettere l’imbarcazione in acqua entro domani.

Al 32° posto invece, troviamo Ilaria Paternoster e Bianca Caruso (12-14-25, flotta blu), mentre sono 35esime Benedetta Di Salle ed Alessandra Dubbini, che dopo un 10° ed un 19° posto sono state squalificate nella terza regata. Al comando della classifica ci sono la coppia britannica, Hannah Mills e Eilidh McIntyre, che ha chiuso con tre primi posti nella flotta blu, e quella slovena, Tina Mrak e Veronika Macarol, che ha chiuso con due primi posti nella flotta gialla. Classifica comunque corta perché a due lunghezze ci sono altre due imbarcazioni: quelle di Amy Seabright e Anna Carpenter (Gran Bretagna) e di Xiaoli Wang e Haiyang Gao (Cina).

La giornata di domani sarà già decisiva perché sono previste le ultime due prove di qualificazione. Mercoledì infatti, inizieranno già le finali con le flotte che saranno divise in oro, argento e bronzo. La Medal Race conclusiva è invece in programma sabato 15 luglio.

 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Facebook Federvela

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top