Pallanuoto, Mondiali 2017: Italia-Francia 18-9, le pagelle del Settebello. Francesco Di Fulvio mostruoso

Di-Fulvio-Pallanuoto-Settebello-Renzo-Brico.jpg

Parte bene il Settebello ai Mondiali di pallanuoto in quel di Budapest: vittoria netta all’esordio per 18-9 sulla Francia. Andiamo a rivivere l’incontro con le pagelle dei protagonisti azzurri.

Goran Volarevic, voto 6: catapultato al ruolo di portiere titolare improvvisamente. Ci sarà da faticare per il veterano italo-croato. Stefano Tempesti, senza voto: solo quattro minuti per il portierone del Settebello, arrivato in Ungheria all’ultimo istante.

Francesco Di Fulvio, voto 9: difficile fare meglio. Inizia il match con un 4/4 al tiro davvero impressionante. Fondamentale nell’attacco azzurro: parte in controfuga dando vasche di vantaggio agli avversari. Chiude con cinque reti sul tabellino, è la stella di questa nazionale.

Niccolò Gitto, voto 6,5: manca qualcosa in fase difensiva, così come a tutta la squadra, però si propone bene in attacco andando a segno con l’uomo in più.

Pietro Figlioli, voto 7: partita in gestione per il capitano tricolore. Due reti e buone giocate alle due sponde della piscina, ma può fare molto meglio.

Nicholas Presciutti, voto 6,5: performance di sostanza, come di consueto, per il giocatore dell’AN Brescia.

Cristiano Mirarchi, voto 6: ripescato a causa delle note vicende da Sandro Campagna si ritrova catapultato in una competizione come quella iridata. Gioca con personalità, ma non arriva la rete.

Alessandro Nora, voto 6,5: è l’unico mancino della rosa, un ruolo molto delicato in fase offensiva. Va a segno con l’uomo in più.

Andrea Fondelli, voto 7,5: e lui sarebbe un convocato dell’ultima ora? Sembra giocare con questa squadra da sempre (e infatti è così). Personalità e classe: il neo giocatore della Sport Management risponde ai dubbi della vigilia con una grande performance.

Vincenzo Renzuto Iodice, voto 7,5: Sandro Campagna ha visto benissimo. L’attaccante classe ’93 del Posillipo si è inserito al meglio nella rosa del Settebello: due reti per sbloccare il Mondiale azzurro e non è finita qui.

Michael Bodegas, voto 7,5: ci teneva davvero a fare bene contro la sua Madre Patria. L’italo-francese risponde presente con due reti e tantissime espulsioni guadagnate.

Matteo Aicardi, voto 7: match di riscaldamento per un giocatore del calibro del centroboa recchelino. Gioca davvero in scioltezza, segna al centro e dal perimetro: che classe.

Zeno Bertoli, voto 6,5: altro neo entrato in una competizione iridata. Non sente la paura della prima volta: a segno anche lui con l’uomo in più.

Foto: Renzo Brico

Lascia un commento

Top