Golf, PGA Tour. Xander Schauffele trionfa nel The Greenbrier Classic e timbra la sua prima vittoria nel circuito! Soltanto terzo Sebastian Munoz

Xander-Schauffele-Golf-The-Greenbrier-Classic-2017-Twitter-PGA-Tour.jpg

Una nuova stella si aggiunge al firmamento dei grandi del golf mondiale. Lo statunitense Xander Schauffele ha trionfato nel The Greebrier Classic, che ha avuto luogo sul percorso par 70 di White Sulphur Springs, nel West Virginia, e ha ottenuto a 23 anni la prima vittoria nel circuito del PGA Tour, confermando il suo sensazionale stato di forma, dopo il quinto posto un po’ a sorpresa nello US Open 2017. Terzo al termine del penultimo round, Schauffele ha subito messo le cose in chiaro con un birdie alla prima buca, seguito da un altro birdie alla 8, ma un bogey alla 11 sembrava aver compromesso la sua corsa al primo posto. Lo statunitense, tuttavia, si è esaltato nel finale e con un birdie alla 16 ha agganciato il leader Robert Streb, autore di un sanguinoso double bogey alla 13, proprio quando sembrava lanciato verso il successo.

All’ultima buca i due statunitensi sono arrivati a pari merito, ma Schauffele ha piazzato uno strepitoso birdie, mentre Streb non è andato oltre il par, accontentandosi del secondo posto e cedendo l’onore delle armi al suo rivale, capace di trionfare in 266 colpi (-14) e di sollevare al cielo il primo importante trofeo della sua carriera. L’ultimo giro è stato contraddistinto anche dal tracollo del colombiano Sebastian Munoz, perfetto nelle prime tre tornate e padrone assoluto del torneo fino al disastroso round in 72 colpi che lo ha relegato al terzo posto a quota -12 in coabitazione con lo statunitense Jamie Lovemark.

Ai piedi del podio si sono piazzati altri due giocatori a stelle e strisce, Kelly Kraft e Russell Henley, che non sono riusciti a far meglio di un quarto giro in 69 colpi, chiudendo con 11 colpi totali sotto il par e sprecando la chance di lottare fino in fondo per la vittoria. Da registrare anche le tornate sensazionali dello statunitense Tony Finau, settimo a pari merito con Ryan Blaum a quota -10, e del tedesco Alex Cejka, nono con 9 colpi sotto il par all’interno di un gruppo che include ben 5 atleti. Entrambi hanno completato il round in 64 colpi, recuperando diverse posizioni e chiudendo la loro prova nella top ten. Decisamente lontani dalle prime posizioni, infine, i big più attesi: Jimmy Walker ha chiuso al 18° posto nonostante un ultimo round in 65 colpi, mentre Phil Mickelson, pur con una tornata in 64 colpi, si è piazzato al 20° posto insieme a Patrick Reed, che ha sprecato nel terzo giro l’opportunità per restare a contatto con i primi della classifica.

mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter PGA Tour

Lascia un commento

Top