F1, GP Austria 2017 – Sebastian Vettel, bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Allungo nel Mondiale, ma la vittoria sfumata…

Vettel-Fotocattagni.jpg

Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto? Con questo dilemma Sebastian Vettel lascia il Red Bull Ring dove oggi si è disputato il GP d’Austria 2017, nona prova del Mondiale di Formula Uno. Il tedesco ha conquistato un ottimo secondo posto e ha allungato in testa alla classifica piloti sfruttando la quarta piazza di Lewis Hamilton, costretto a una rimonta che non si è concretizzata.

Seb avrebbe voluto approfittare meglio della sostituzione del cambio del rivale, comunque ora rispedito a 20 punti di distacco nella corsa verso l’iride quando ci avviciniamo a metà campionato (domenica prossima si correrà in Gran Bretagna). C’è un po’ di amarezza in casa Ferrari per non essere riusciti a vincere a Zeltweg: l’emozionante seconda parte di gara, durante la quale Vettel ha rimontato Bottas decimo su decimo, ha fatto sognare un epilogo diverso. La vittoria è sfumata per mezzo secondo e per un giro in più che purtroppo non c’è stato.

Il weekend, iniziato con qualche difficoltà nelle libere e poi con il secondo posto in griglia a soli 42 millesimi dal finlandese della Mercedes, avrebbe potuto regalare il successo alla prima guida della Rossa che invece ha dovuto assistere impotente alla partenza razzo di Bottas: di fronte a un tempo di reazione del genere non si poteva fare molto. Su quello scatto Valtteri ha costruito il suo successo, rendendo vana la rimonta di Vettel nella seconda parte di gara. Oggi si poteva salire sul gradino più alto del podio ma la sensazione è che il Cavallino Rampante e il suo scudiero di riferimento abbiamo davvero fatto il massimo.

I sei punti guadagnati su Hamilton sono oro che cola dopo la lunghezza strappata a Baku: la testa del Mondiale è sempre saldamente in mano al pluri Campione iridato ma ora in casa di Lewis si dovrà stare attenti. A Silverstone il pilota delle Frecce d’Argento ha già annunciato battaglia e vuole tornare al successo che manca da Montreal quando dominò letteralmente il GP del Canada nel giorno della rabbiosa rimonta di Vettel.

Punto su punto, passo dopo passo, sbagliando poco: è questa la strategia giusta per vincere il Mondiale, sfruttando le occasioni che il cammino offre ai protagonisti. A Maranello ci si crede sempre di più e le parole di Marchionne…

 

FOTOCATTAGNI

 

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top