Canoa velocità, Europei 2017: Carlo Tacchini fa sognare nel C1 1000 metri, speranze anche dal K2 1000 m

Carlo-Tacchini-canoa-foto-federazione-fb.jpg

Mancano ormai pochi giorni ai Campionati Europei di Plovdiv. La manifestazione nelle acque bulgare vedrà al via 18 atleti azzurri. Tra le specialità olimpiche fari puntati su Carlo Tacchini nel C1 1000 metri e sul K2 1000 metri di Giulio Dressino-Nicola Ripamonti. Le due barche finaliste a Rio 2016 non saranno affiancate da Manfredi Rizza, specialista del K1 200 sostituito in Bulgaria da Matteo Florio.

C1 1000 metri 

Carlo Tacchini per sognare. Reduce dal trionfo agli Europei under 23, il poliziotto ha le carte in regole per recitare un ruolo da protagonista in finale. Un primo esame importante sarà la batteria dove l’azzurro si giocherà l’accesso diretto con il polacco Tomasz Kaczor, il moldavo Oleg Tarnovschi e il ceco Martin Fuksa.

K4 500 metri 

Mauro Crenna, Tommaso Freschi, Matteo Florio e Alessandro Gnecchi erano i quattro presenti in Coppa del Mondo a Szeged. In Bulgaria insieme a Crenna e Gnecchi ci saranno Alberto Ricchetti e Mauro Pra Floriani. Difficile pronosticare un risultato nella nuova disciplina olimpica.

C2 1000 metri 

Il sogno di babbo Craciun si è finalmente realizzato. Sergiu e Nicolae gareggeranno infatti insieme nella disciplina olimpica. La finale ottenuta in Coppa del Mondo è sicuramente un bel biglietto da visita per la coppia di fratelli divisa da 10 anni di differenza.

K2 1000 metri 

Test importantissimo per Giulio Dressino e Nicola Ripamonti. I finalisti olimpici, in pieno carico di lavoro, erano stati eliminati in semifinale a Szeged. In Bulgaria però la musica dovrebbe decisamente cambiare e permettere loro di centrare quantomeno la finale. La batteria con la Spagna di Francisco Cubelos e Inigo Pena e la Germania di Max Hoff e Marcus Gross fornirà subito dati interessanti sullo stato di forma dei finanzieri.

K1 200 metri 

Matteo Florio è l’atleta designato a rappresentare l’Italia. Dopo l’esperienza nel K4 500 un ritorno alle origine per il 27enne che nel precedente quadriennio olimpico era stato compagno di Manfredi Rizza nel K2 200 sino ai Mondiali di Milano 2015.

Specialità non olimpiche

K2 200 metri

Michele Bertolini e Riccardo Spotti andranno a comporre una coppia giovane con tante possibilità di fare bene. Nell’ex disciplina olimpica il K2 200 metri si laureò campione d’Europa under 23 proprio a Plovdiv e bronzo ai Mondiali di Minsk.

C2 500 metri 

Luca Incollingo e Daniele Santini. La collaudata coppia delle Fiamme Oro ha la possibilità di arrivare sino in finale. Il binomio tricolore in Coppa del Mondo a Szeged chiuse quinto a poco più di un secondo dalla terza piazza di Adrián Sieiro-Sergio Vallejo. Primo e secondo posto rispettivamente per i russi Ivan Shtyl-Viktor Melantev e per gli ucraini Dmytro Ianchuk-Taras Mishchuk.

C2 200 metri

Ancora i fratelli Craciun ai nastri di partenza.

DONNE

K4 500 metri 

Cristina Petracca, Susanna Cicali, Sofia Campana e Francesca Genzo. Quartetto inalterato rispetto a Szeged, giovane e con un futuro. Una bella prestazione potrebbe dare un’iniezione di fiducia all’intero movimento.

K2 200 metri

Sul podio in Coppa del Mondo Susanna Cicali e Francesca Genzo puntano a ripetersi anche a Plovdiv. Le due azzurre con il tempo di 37.376 erano state precedute in Ungheria dall’equipaggio ucraino Mariia Kichasova-Anastasiya Horlova.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto FICK

Tag

Lascia un commento

Top