Calcio femminile, Europei 2017 – L’Italia spaventa la Germania! Il cuore azzurro non basta: 1-2, le ragazze di Cabrini eliminate dal torneo


L’Italia saluta gli Europei 2017 di calcio femminile ma lo fa a testa altissima, dopo aver lottato alla pari contro la Germania. Le maestre continentali, Campionesse d’Europa in carica, erano super favorite della vigilia ma hanno dovuto sudare fino all’ultimo per avere la meglio sulle azzurre. Le ragazze di Antonio Cabrini, uno che sa come si può far male ai tedeschi, non hanno sfigurato contro la corazzata teutonica e si sono dovute arrendere soltanto per 1-2 al termine di una partita ben interpretata, tutta cuore e fatta di grande sacrificio.

Gabbiadini e compagne ci hanno provato, hanno cercato l’impresa a Tilburg (Paesi Bassi), hanno sognato il miracolo quando si sono trovate in parità ma dopo un’ora abbondante di gioco hanno dovuto capitolare al cospetto di una formazione tecnicamente più forte, infarcita di professioniste ma che questa sera non ha impressionato. L’Italia merita tutti gli applausi possibili ma purtroppo viene eliminata dal torneo: dopo la brutta sconfitta all’esordio contro la Russia (1-2) arriva un altro ko anche se di ben altra caratura. Martedì sera l’ultima partita contro la Svezia, in testa al girone dopo aver pareggiato con la Germania e sconfitto la Russia.

 

La Germania ha provato subito a fare la differenza, cercando di mettere in campo un tasso tecnico superiore. Dallman è pericolosa nei primi minuti, le teutoniche spingono e si coprono benissimo lasciando poco margine alle azzurre. Al 19′ l’episodio decisivo: Giuliani esce malissimo, sembra bloccare in presa plastica ma invece il pallone le sfugge di mano e così Henning può insaccare facilmente di testa. L’Italia è impietrita e può capitolare da un momento all’altro visto che le nostre avversarie colpiscono anche un palo al 26′.

Le azzurre però non demordono e al 30′ trovano la rete del pareggio in contropiede: Bonansea si invola sulla sinistra, poi crossa in mezzo per Mauro che la appoggia delicatamente in porta. Le azzurre si sbloccano e ci credono davvero, le ragazze di Cabrini sono galvanizzate ma la doccia fredda è dietro l’angolo: al 40′ Mauro si infortuna alla caviglia ed è costretta a lasciare il campo.

La Germania è subito minacciosa in avvio di ripresa, Islacker colpisce il palo e poi costringe Giuliani a un miracolo. L’Italia fa pressing alto, prova a rendersi pericolosa ma al 65′ Giuliani tira giù Mittag in area di rigore, Peter trasforma il penalty e la Germania la mette in ghiaccio visto che un paio di minuti dopo Bartoli viene espulsa per uno strattone su Mittag. Non crolliamo mentalmente ma non abbiamo più la forza per cercare il gol del pareggio.

 

Lascia un commento

scroll to top