Calcio femminile, Europei 2017 – Antonio Cabrini punta sulla continuità: Gabbiadini riferimento carismatico, il talento della Giugliano ed il grande ritorno della Rosucci


Nella serata di ieri è stato reso noto l’elenco delle 23 convocate della Nazionale Italiana di calcio femminile che prenderanno parte dalla Fase Finale del Campionato Europeo (16 luglio-6 agosto). Un’avventura che sarà subito in salita per le ragazze di Antonio Cabrini inserite nel gruppo B insieme alle campionesse olimpiche di Rio della Germania, alla Svezia (argento olimpico) ed alla Russia. Un girone di ferro nel quale ottenere il pass per i turni ad eliminazione diretta non sarà cosa facile essendo solo le prime due compagini di ogni raggruppamento ad accedervi.

Cabrini, per questa rassegna europea, non ha voluto stravolgere il suo credo calcistico confermando gran parte del gruppo che ha contribuito a centrare la qualificazione. In questo senso si può giustificare ma non condividere del tutto l’esclusione di una giocatrice come Tatiana Bonetti (21 gol stagionale) tra le protagoniste del campionato con la maglia della Fiorentina, campione d’Italia (21 reti siglate).

Pertanto spetterà ancora una volta a Melania Gabbiadini essere il riferimento in campo. La giocatrice del Verona, autrice di 14 gol stagionali, reciterà un ruolo importante sul rettangolo di gioco da un punto di vista realizzativo ed emotivo. In fase offensiva Ilaria Mauro (5 gol nelle qualificazioni) e Cristiana Girelli (5 reti nelle qualificazioni) sono le giocatrici che nel percorso europeo hanno manifestato un’ottima confidenza con la realizzazione e dovranno riconfermarsi in Olanda.

A centrocampo l’assenza di Alice Parisi peserà nell’economia del gioco italiano. La gigliata infatti, avendo riportato la frattura scomposta tra tibia e perone nell’amichevole di aprile contro l’Inghilterra, non potrà dare il suo solito apporto alla causa tricolore. Tuttavia, il ct potrà contare sul rientro di Martina Rosucci, anche lei infortunasi piuttosto seriamente ad inizio della stagione e recuperata per l’occasione più importante. Giocatrice di grande duttilità tattica, buoni piedi e grande movimento, la calciatrice del Brescia sarà fondamentale per l’equilibrio della nostra formazione. Una squadra che, poi, non potrà prescindere dalle giocate di Manuela Giugliano uno dei talenti più importanti del nostro panorama nazionale capace di illuminare la scena e fare la differenza.

Sulle fasce poi Barbara Bonansea ed Alia Guagni saranno i due stantuffi che dovranno sobbarcarsi un grande lavoro in entrambe le fasi e soprattutto nella loro capacità di corsa e conclusione l’allenatore azzurro confida.

In difesa l’esperienza di Sara Gama sarà importantissima per dare fiducia al reparto che, sulla carta, offre meno garanzie valutando gli ultimi match disputati dalle Azzurre. Sarà indispensabile che Cabrini riesca a trovare l’amalgama giusta per alimentare speranze nel difficilissimo raggruppamento continentale.

L’elenco delle 23 convocate per la Fase Finale del Campionato Europeo

Portieri: Laura Giuliani (Colonia), Chiara Marchitelli (Brescia), Katja Schroffenegger (Unterland Damen);

Difensori: Elisa Bartoli (Fiorentina), Sara Gama (Brescia), Federica Di Criscio (AGSM Verona), Elena Linari (Fiorentina), Cecilia Salvai (Brescia), Linda Tucceri Cimini (S. Zaccaria);

Centrocampisti:  Barbara Bonansea (Brescia), Marta Carissimi (Fiorentina), Valentina Cernoia (Brescia), Laura Fusetti (Como 2000), Aurora Galli (AGSM Verona), Manuela Giugliano (AGSM Verona), Alia Guagni (Fiorentina), Sandy Iannella (Cuneo), Martina Rosucci (Brescia), Daniela Stracchi (Mozzanica);

Attaccanti: Melania Gabbiadini (Verona), Cristiana Girelli (Brescia), Ilaria Mauro (Fiorentina), Daniela Sabatino (Brescia).

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da Figc

Lascia un commento

scroll to top