Vela, America’s Cup 2017: Team New Zealand si sbarazza di Artemis e sfiderà il Defender Oracle!

Emirates-Team-New-Zealand-Vela-Twitter-Emirates-Team-New-Zealand-1.jpg

Emirates Team New Zealand vince la Louis Vuitton America’s Cup Challenger Playoff Final e sfiderà Oracle Team USA con in palio l’America’s Cup. È questo l’esito dell’unica regata disputata oggi, in cui i kiwi si sono sbarazzati di Artemis vincendo la serie per 5-2 e qualificandosi alla sfida con il Defender con in palio la Vecchia Brocca. Anche se durata solo una regata, la giornata è stata comunque molto lunga per via delle condizioni meteo, che hanno costretto alla ripetizione il settimo match tra i due Challenger finalisti.

Le due imbarcazioni sono state accolte da un vento di circa 7 nodi. New Zealand ha preso vantaggio nella prima bolina, Artemis l’ha ripresa alla boa, rimediando però una penalità. In poppa però, i due AC50 si piantano letteralmente: il vento cala fino ai 2 nodi e le barche viaggiano a soli 3. Gli organizzatori provano a rimediare accorciando il percorso ma niente da fare: si va fuori tempo massimo (25 minuti) e la regata viene sospesa.

Bisogna attendere più di un’ora per tornare in acqua, con il vento salito fino agli 8 nodi. Stavolta Peter Burling non si fa sorprendere in partenza e prende vantaggio subito: alla prima boa i kiwi hanno già 19 secondi di vantaggio. Nel primo tratto di bolina il discorso non cambia, con l’imbarcazione di Emirates che viaggia costantemente ad una velocità di 2-3 nodi superiore a quella di Artemis. I neozelandesi vincono senza alcun problema, chiudendo i conti con gli svedesi ma la festa del team oceanico è moderata. Per quanto abbiano cercato di nasconderlo dietro un apparente basso profilo, l’obiettivo di Peter Burling e del suo equipaggio è chiaro: battere Oracle, vendicarsi della rimonta subita quattro anni fa e riportare la Coppa in Nuova Zelanda. Sabato si comincia!

 

alessandro.tarallo@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina Twitter Emirates New Zealand

Lascia un commento

Top