Tennis: Gilles Muller e Lucas Pouille trionfano sull’erba di ‘s-Hertogenbosch e Stoccarda. Kontaveit festeggia in Olanda, Vekic supera la Konta a Nottingham

profilo-twitter-WTA.jpg

Una settimana per “erbivori” potremmo definirla quella che è terminata nel circuito ATP e WTA di tennis. In vista degli imminenti Championships londinesi, programmati dal 3 al 16 luglio 2017, sono state quattro le finali che hanno avuto luogo nella domenica con racchetta e pallina.

Iniziamo il nostro racconto dagli uomini a ‘s-Hertogenbosch (Olanda) dove  il lussemburghese Gilles Muller ha confermato tutte le sue attitudini su questa superficie e nella sfida tutta potenza e servizio contro il croato Ivo Karlovic ha avuto la meglio al termine di due tie-break Un match nel quale, come era prevedibile, le medie in battuta sono state elevatissime al pari del numero degli ace: 22 per Muller e 19 per Karlovic. Un confronto equilibrato che ha dunque premiato il 34enne di Schifflange. A Stoccarda invece sono stati necessari tre parziali (4-6 7-6 6-4) al francese Lucas Pouille per avere la meglio sullo spagnolo Feliciano Lopez. Il n.16 del ranking dopo aver perso la prima frazione ha saputo resettare riuscendo a creare diversi grattacapi nello scambio all’iberico e conquistando il prestigioso torneo tedesco. I 29 ace firmati dal transalpino dicono molto dell’efficienza avuta nel fondamentale del servizio.

Venendo ai match femminili, è sorprendente l’esito dell’atto conclusivo di Nottingham. La padrona di casa Johanna Konta, n.8 del mondo, sembrava avere tutto per far suo l’incontro ed invece è stata la meno attesa croata Donna Vekic, n.70 WTA, ad alzare le braccia al cielo nel terzo set (2-6 7-6 7-5). La 20enne croata dunque conquista il suo secondo titolo in carriera dopo quello di Kuala Lumpur del 2014 scalando la graduatoria mondiale (ora n.58). Un successo che segue, se vogliamo, la scia di quello di Jelena Ostapenko al Roland Garros, a testimonianza del ricambio generazionale che sta avvenendo nel tennis in rosa. A conferma di ciò anche il bersaglio grosso centrato dalla giovane estone Anett Kontaveit vittoriosa ad ‘s-Hertogenbosch contro la russa Natalia Vikhlyantseva (20enne anche lei) 6-2 6-3. Per la classe ’95 di Tallinn il primo sigillo in un torneo WTA.

 

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da profilo twitter WTA

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top