Scherma, Europei 2017: fiorettisti e sciabolatrici di nuovo in pedana. L’Italia non vuole fermarsi

scherma-avola-garozzo-foconi-nista-fioretto-federscherma-bizzi.jpg

Terza giornata degli Europei di scherma a Tbilisi e tornano in pedana i fiorettisti e le sciabolatrici per la prima gara a squadre della rassegna continentale. Nelle prime due giornate l’Italia ha raccolto ben sei medaglie e anche nella giornata di oggi ne potrebbero arrivare altre due.

Dopo l’oro di Daniele Garozzzo e il bronzo di Giorgio Avola, l’Italia è probabilmente la nazione da battere nella prova a squadre del fioretto maschile. Gli azzurri (Garozzo, Avola, Foconi, Nista) avranno come principali rivali la Russia del finalista individuale Timur Safin (possibile scontro in semifinale) e la Francia. L’Italia deve cancellare anche la delusione di Rio, quando da favorita rimase addirittura fuori dal podio.

Medaglia che è l’obiettivo anche delle sciabolatrici azzurre. L’Italia è tornata alla vittoria in Coppa del Mondo in questa stagione e l’inno di Mameli è risuonato per due volte. Il quartetto azzurro sarà composto da Rossella Gregorio, Irene Vecchi, Martina Criscio e Loreta Gulotta. Per arrivare all’ultimo atto l’Italia con ogni probabilità dovrà vedersela in semifinale con la Francia, mentre dall’altra parte la sfida dovrebbe essere tra Russia ed Ucraina.

Questi i due tabelloni delle prove a squadre:

SCIABOLA FEMMINILE

FIORETTO MASCHILE

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto Augusto Bizzi per Federscherma

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top