Scherma, Europei 2017: disastro nella spada femminile. Tutte le azzurre fuori agli ottavi

Rossella-Fiamingo-2-scherma-foto-augusto-bizzi-federscherma.jpg

Dopo tre giorni di grandi successi, arriva la prima giornata nera agli Europei di scherma di Tbilisi. Nella spada femminile nessuna atleta azzurra è riuscita a superare gli ottavi di finale. Un risultato sicuramente negativo e anche inaspettato viste le buone attese della vigilia.

La delusione più grande arriva da Rossella Fiamingo, bicampionessa mondiale e argento olimpico a Rio 2016, che è stata eliminata ai sedicesimi per 15-11 dalla russa Tatiana Logunova , atleta esperta, ma sicuramente alla portata. Per Fiamingo non si concretizza quindi la spernza di medaglia, che sembrava davvero vicina alla vigilia, dopo una stagione molto positiva, che l’aveva vista trionfare nel Grand Prix di Budapest a marzo.

Sono uscite ai sedicesimi anche Alberta Santuccio, reduce dal terzo posto nell’ultima tappa di Coppa del Mondo, che è stata sconfitta di misura (15-14) dalla tedesca Alexandra Ehler e Mara Navarria eliminata dalla lussemburghese Lis Fautsch per 15-14.

Nulla da fare anche per Giulia Rizzi, che era riuscita a passare i sedicesimi grazie alla vittoria sulla svedese Asa Linde 15-12, ma è stata poi eliminata agli ottavi dall’ungherese Emese Szasz-Kovacs, che supera l’azzurra in rimonta per 13-12.

Non arriveranno quindi medaglie dalla spada femminile, ora l’Italia si affiderà agli sciabolatori per cercare di rendere meno amara questa giornata in pedana.

alessandro.farina@oasport.it

Twitter: @Alefarina18

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Federscherma

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top