Giro di Svizzera 2017: tappa e maglia per Simon Spilak a Soelden, crolla Pozzovivo. Caruso in corsa per la vittoria finale

Simon Spilak vince a Soelden e conquista la prima posizione in classifica generale al Giro di Svizzera 2017 quando mancano due tappe alla conclusione della corsa. Con la prova odierna, però, lo sloveno si è posto in una situazione di vantaggio rispetto agli avversari.

La Katusha-Alpecin ha fatto il ritmo in suo favore sin dalle prime rampe della salita. Diversi atleti hanno faticato a reggere il ritmo e Domenico Pozzovivo (AG2R), maglia gialla dopo il successo di ieri, è andato subito in difficoltà. Spilak, allora, ha provato ad attaccare in solitaria, con una cavalcata imperiosa sulle dure rampe dell’ascesa austriaca, ottenendo il primo successo da due anni a questa parte, quando conquistò proprio la corsa a tappe elvetica del 2015.

Seconda posizione, con 22” di ritardo, per Ion Izagirre: lo spagnolo della Bahrain-Merida è parso in netta crescita rispetto alle prime tappe, segno di una preparazione verso il Tour de France che prosegue nel migliore dei modi. Lo statunitense Joe Dombrowski (Cannondale-Drapac) ha completato il podio a 36” mentre Damiano Caruso (Bmc) ha tagliato il traguardo in quarta posizione pagando 1’04” in compagnia di Steven Kruijswijk (LottoNL-Jumbo). Oltre i 2’30” il ritardo di Domenico Pozzovivo. Caruso, attualmente, è il più immediato inseguitori di Spilak nella generale con 52” di ritardo: la lotta per la maglia gialla non è ancora finita. Alle sue spalle Kruijswijk e lo stesso Pozzovivo, che però ora deve recuperare 2’28”.

Twitter: @Santo_Gianluca

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Foto: Di Bruce from Sydney, Australia (Stage 19 – Albertville to Saint-Gervais Mont Blan) [CC BY 2.0], attraverso Wikimedia Commons

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Tour de France 2017, decima tappa: Périgueux – Bergerac. I velocisti tornano protagonisti

Scherma, Europei 2017: Il Dream Team è d’oro! Arriva il successo nel fioretto femminile, delusione invece nella spada maschile