F1, GP Canada 2017: Sebastian Vettel, un leone indomito! Coraggio e sorpassi impossibili. E’ sempre più il condottiero rosso

Vettel-5-Fotocattagni.jpg

Non si arrende mai, non si dà mai per vinto, crede sempre nel miracolo e nell’impresa sportiva che tenta di agguantare fino ai limiti dell’impossibile. Sebastian Vettel mette tutto se stesso in pista e non lascia mai nulla al caso, davvero fino all’ultimo giro come è successo durante il GP del Canada 2017: l’alettone anteriore danneggiato nelle prime battute di gara e la conseguente sosta ai box lo avevano spedito in fondo allo schieramento.

La risalita su un circuito come quello di Montreal si preannunciava durissima e già andare a punti sarebbe stata un’impresa, soprattutto considerando il fatto che avrebbe dovuto o fare 60 giri sulla stessa gomma oppure effettuare una sosta in più ai box. Nonostante fosse spalle al muro, con Lewis Hamilton suo rivale diritto per il Mondiale che prendeva il largo in testa alla gara, Sebastian Vettel si è rimboccato le maniche e supportato da una Ferrari grandiosa è riuscito a risalire la china fino alla sesta posizione.

Poi l’impresa finale, quella degna del Campione, quella che soltanto un Leone indomito avrebbe potuto realizzare. Una doppio sorpasso monumentale su Ocon e Perez, Force India assolute protagoniste della gara ma che nelle battute finali si sono dovute arrendere allo strapotere di Seb, eroe rosso per eccellenza che ancora una volta ha emozionato tutti nonostante una gara nelle retrovie poi chiusa al quarto posto.

Sebastian Vettel è sempre più un’icona, un simbolo per il cuore che ci mette ogni volta, per il suo modo di essere così vicino ai comuni mortali, ai tanti tifosi del Cavallino Rampante che sognano il Mondiale. Oggi il tedesco si è dovuto difendere con le unghie e con i denti, ha racimolato punti fondamentali ma ora il suo vantaggio su Hamilton si è ridotto drasticamente. Dopo il memorabile trionfo di Monaco, la prima guida della Rossa non è riuscito a salire sul podio. Tutto rinviato al GP di Azerbaijan, tra due settimane: per il nuovo ruggito del Leone Indomabile.

 

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top