Pagelle Juventus-Lazio 2-0: i bianconeri vincono la finale di Coppa Italia. Dani Alves stratosferico, Strakosha saracinesa biancoceleste, Wallace quanti errori!

pagina-FB-Juventus-1.jpg

LE PAGELLE DELLA FINALE DI COPPA ITALIA 2017

LAZIO

Strakosha 7.5: Prontissimo sulla conclusione del Pipita non lasciandosi sorprendere dalla grande potenza del suo tiro. Miracoloso sull’argentino nell’area piccola al 27′ ed all’84’. Il migliore in campo dei laziali!

Bastos 5.5: Disattento nell’azione del gol non accorciando su Alex Sandro mostra i suoi limiti in fase difensiva. Non dà sicurezza al reparto e lascia il campo dopo pochi minuti del secondo tempo. Dal 52′ Felipe Anderson 7: Entra subito in partita, scaldando in guantoni di Neto con una puntata dalla destra assai insidiosa. Assist al bacio per la testa di Immobile deviata dal portiere juventino. Quando parte in progressione è una freccia!

De Vrji 5: In difficoltà su Higuain non riuscendo ad accorciare a dovere quando il sudamericano viene incontro alla palla. Si fa scappare Bonucci nel raddoppio bianconero. Luis Alberto dal 68′ 5.5: Poco incisiva la prestazione del subentrato nella ripresa.

Wallace 5: Molto disattento nella chiusura della realizzazione di Dani Alves, è il peggiore in campo e la vittima preferita degli attaccanti bianconeri.

Basta 5.5: Non riesce a garantire propulsione offensiva sull’esterno destro ed soffre dannatamente le intenzioni di Alex Sandro

Parolo 6: Merita la sufficienza solo per aver resistito stoicamente nonostante i problemi fisici. Abbandona il campo dopo 20′ Radu dal 20′ 5.5: Non trova il tempo di intervento su Dybala, commette qualche fallo e non è in grande serata.

Biglia 5.5: Troppe palle perse per il regista argentino, fatica ad entrare a partita, aggredito dal centrocampo avversario. Troppo lento il suo incedere nella zona nevralgica e tante palle perse dal centromediano metodista.

Milinkovic-Savic 5.5: Fatica ad entrare nel vivo del gioco nella morsa di Marchisio e Rincon. Prova a darsi da fare ma non è lucido come al solito.

Lulic 5.5: Quanto soffre il fluidificante sull’esterno sinistro! E’ dalle parti sue che arrivano i pericolo maggiori per la retroguardia laziale. Ci mette il solito agonismo ma questa non è la sua partita.

Keita 5.5: Grandiosa progressione del senegalese al 5′, saltando Bonucci, il palo salva la porta di Neto. Non è sufficientemente continuo nelle sue azioni e non incide nella ripresa non trovando la porta al 75′ dopo una buona combinazione con Biglia.

Immobile 6.5: Tanta volontà e determinazione, sfiora la marcatura alla mezzora e fa un grande movimento lungo tutto l’arco offensivo biancoceleste. Ingaggia un duello con Neto nella ripresa non cogliendo mai di sorpresa l’estremo difensore brasiliano.

All. S.Inzaghi 6: Fa il possibile con le risorse a disposizione forse l’aver puntato su Parolo, all’inizio, è stato un azzardo più di cuore che sensato. Ma ci può stare.

JUVENTUS

Neto 7: Decisivo sul colpo di testa di Milinkovic-Savic allo scadere del primo tempo ed attento sulla puntata tentata da Felipe Anderson. Risponde presente esibendosi in un grande intervento su Immobile a due passi dalla porta. Il brasiliano in serata di grazia!

Barzagli 6: Il meno sicuro del reparto difensivo non sembra essere brillante sulle gambe. Nonostante una condizione fisica non eccellente si rende protagonista di una prestazione senza infamia e senza lode.

Bonucci 6.5: Avvio incerto sia in impostazione che in copertura, sull’azione di Keita. Il gol al 24′ cambia volto alla sua partita.

Chiellini 6.5: Statuario come sempre in difesa, riesce sempre a farsi trovar pronto contro le incursioni degli attaccanti laziali.

Alex Sandro 6.5: Decisivo sul cross in favore del connazionale, dà un grande apporto alla causa ed è in recupero dopo le non brillanti esibizioni del recente passato.

Marchisio 6.5: Qualità e quantità per il Principino, controlla sapientemente il possesso ed è un riferimento per i compagni.

Rincon 5.5: Grande intensità in mezzo al campo anche se i piedi non sono certo delicati…Dà una mano a Marchisio ma la qualità non coincide con il giocatore venezuelano. La conclusione al 54′ alle stelle ne è una dimostrazione.

Dani Alves 7: E’ sempre lui l’uomo del destino bianconero: 7° centro stagionale su assist di Alex Sandro. Un vero cecchino e lodevole anche in copertura. Il tunnel ai danni di Lulic, nel secondo tempo, è un gioiello.

Dybala 6.5: Numeri d’alta scuola per la Joya che delizia la platea con giocate degne di un grande campione: gioca a tutto campo, grande visione periferica  ed è sempre più uno dei leader della compagine di Allegri. Dal 77′ Lemina s.v.

Mandzukic 6.5: Grande lavoro di sacrificio per il croato, meno presente nell’area piccola ma sempre in aiuto dei compagni. Grande lottatore nonostante il taglio all’arcata sopraccigliare.

Higuain 6: La conclusione di destro al 7′ è il primo segnale di vitalità bianconera. Fallisce un’occasione incredibile al 27′ ma è comunque utile alla squadra e sempre pericoloso in fase offensiva. Nel secondo tempo ha altre tre chance ma in fase realizzativa il Pipita stasera non è concreto come al solito.

All.Allegri 7: Riesce a ricaricare la sua squadra dopo il ko di campionato contro la Roma ottenendo il terzo successo consecutivo in Coppa Italia ed è nuovo record!

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top