Giro d’Italia 2017: Nairo Quintana sembra imbattibile. Come attaccarlo? Ci si deve provare anche a cronometro

FFS6172-e1494775724175.jpg

Una prova di forza di quelle che lasciano pochi dubbi. Uno, due, tre, quattro attacchi per infrangere la resistenza dei propri rivali, poi Nairo Quintana è andato in solitaria verso l’arrivo del Blockhaus per far capire chi è il primo padrone di questo Giro d’Italia numero 100. Al momento sembra essere davvero impossibile scalzare il colombiano dal primo posto del podio di Milano: come bisognerà attaccarlo?

Già la cronometro di domani potrebbe essere un importante banco di prova per tutti i suoi avversari. Sin dall’inizio della sua carriera il colombiano ha pagato dazio nelle prove contro il tempo, anche se è in costante miglioramento. Se Tom Dumoulin, un vero e proprio specialista, punta dritto alla Maglia Rosa, i rivali diretti in salita come Thibaut Pinot e Vincenzo Nibali dovranno dare il massimo per puntare a recuperare almeno i secondi di svantaggio accumulati nell’arrivo in salita di ieri.

Da lì in poi bisognerà puntare sulla fantasia, visto che nello scontro diretto Quintana sembra essere davvero imbattibile. Aspettare l’ultima salita in ogni tappa potrebbe essere solo deleterio. Proprio la frazione di mercoledì, con partenza da Firenze e arrivo a Bagno di Romagna, sembra essere perfetta per intenzioni belliche: tantissimi metri di dislivello, salite in rapida successione e discese impegnative per provare a staccare il colombiano. Poi bisognerà attendere il week-end: se la salita di Oropa sembra essere fatta su misura per il capitano della Movistar, la frazione di domenica potrebbe invece favorire gli inseguitori.

L’arrivo di Bergamo somiglia molto a quello di una classica, in stile Giro di Lombardia con dunque corridori come Nibali che potranno dire la loro al meglio. Ci vorranno invece testa e gambe nella frazione di martedì, che aprirà l’ultima settimana: Mortirolo, Stelvio e Umbrail Pass in rapida successione. Chi avrà le gambe dovrà attaccare per non aspettare il week-end conclusivo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Comunicato RCS

Lascia un commento

scroll to top