Tennis, ATP Budapest 2017: Fabio Fognini esce di scena contro Andrey Kuznetsov. Il ligure superato al tie-break del terzo set


Non sarà Fabio Fognini ad affrontare Paolo Lorenzi nei quarti di finale dell’ATP di Budapest. L’azzurro è stato infatti sconfitto dal russo Andrey Kuznetsov (n.87 del ranking) con il punteggio di 6-3 3-6 7-6 in 2 ore e 5 minuti di partita. Un ko che lascia un po’ d’amaro in bocca a Fognini, avanti di un break nel terzo set, potendo servire per il match.

Nel primo parziale l’inizio del ligure non è dei migliori: due break subiti nel quarto e sesto game che indirizzano la frazione in favore di Kuznetsov. Tenta una reazione il n.1 azzurro mettendo in mostra alcuni colpi dei suoi, strappando il servizio al rivale e recuperando un break di ritardo (sesto gioco). Una rimonta che però non si concretizza e vede il russo avanti di un set (6-3). Decisiva per il 26enne di Tula la resa alla battuta: il 71% di punti ottenuti con la prima.

Nella seconda frazione la storia sembra essere la stessa: qualche errore di troppo per Fabio e break nel terzo game. Il tennista di Arma di Taggia però si scuote riuscendo finalmente a mostrare colpi di rara potenza, conquistando il break nel sesto ed ottavo game ed aggiudicandosi il secondo set (6-3).

Nel terzo e decisivo parziale Fognini, sulla scia della vittoria della frazione precedente, ottiene il break nel terzo gioco, sprecando anche due opportunità del doppio vantaggio nel quinto. Purtroppo però, l’italiano si perde nel momento decisivo quando, servendo per il match, subisce il controbreak del russo. Una partita che dunque si decide al tie-break nel corso del quale il giocatore nostrano non ha la dovuta lucidità, perdendo il confronto (7-4).

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da profilo twitter Fabio Fognini

Lascia un commento

scroll to top