Nuoto, Trial Australia 2017: Cameron McEvoy velocissimo nei 50 sl, Mack Horton 2° tempo dell’anno nei 400 sl alle spalle di Detti


Con i campionati italiani di nuoto andati in archivio tocca agli altri mettersi in mostra. In Australia, in quel di Brisbane, ha avuto inizio il darsi agonistico in vasca e fino al 13 gli “aussie” si esibiranno nello Sleeman Swimming Centre per centrare la qualificazione ai Mondiali.

Ebbene, Cameron McEvoy ha mostrato segnali di grande vitalità. Nella finale dei 50 stile libero il 22enne di Gold Coast ha dato un saggio della sua eccezionale velocità: 21″55 e miglior tempo stagionale della distanza impressionando per acquaticità e potenza. Un riscontro che chiama una prestazione altrettanto importante nei 100 sl, essendo l’australiano  convincente sull’altra distanza.

Occhi interessati, in chiave azzurra, per quanto concerne i 400 stile libero maschile. Mack Horton, campione olimpico di Rio, è tornato ad esibirsi in via ufficiale ed ha siglato l’ottimo riscontro di 3’44″18 (26.25; 54.28; 2:19.85; 2:48.24; 3:16.48). Una gara molto simile a quella di Gabriele Detti a Riccione nella quale il livornese ha concluso in maniera più perentoria. Horton, infatti, è dietro con questo tempo all’azzurro nel ranking mondiale e ciò dà ancor più fiducia al nostro atleta in vista dei prossimi appuntamenti.

Immagine

1’56″66 per Mitchell Larkin nella finale dei 200 dorso (quarto tempo dell’anno alle spalle del nostro Matteo Restivo) ed il terzetto di grande qualità dei 100 stile libero femminili (Cate Campbell (52″78) e con la sorella Bronte (52″85) ed Emma McKeon (53″12), primi tre tempi al mondo ), sono gli altri dati da segnalare.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da pagina facebook australian dolphins swim team

Lascia un commento

scroll to top