Show Player

Golf, Masters Augusta 2017: i favoriti. Dustin Johnson è l’uomo da battere, Rory McIlroy guida la pattuglia europea



I migliori 50 golfisti del ranking mondiale, 18 vincitori delle passate edizioni, 19 esordienti e 9 amateurs. Sul field dell’Augusta National Golf Club in occasione del Masters Tournament sarà presente il gotha della disciplina e almeno trenta atleti possono nutrire fondate ambizioni di vittoria al termine dei quattro round del primo Major stagionale, ma soltanto uno potrà indossare la green jacket domenica 9 aprile. Dopo il par 3 contest di mercoledì 5 aprile, si inizierà a fare sul serio dal giorno seguente e i pretendenti alla vittoria scopriranno le carte per provare ad aggiudicarsi uno dei trofei più prestigiosi del circuito internazionale.

Il principale favorito è indubbiamente lo statunitense Dustin Johnson, numero uno del World Golf Ranking, che nel 2017 ha già portato a casa tre tornei del PGA Tour (Genesis Open, WGC-Mexico Championship e WGC-Dell Technologies Match Play), motivo per cui si presenterà ad Augusta con i fari puntati addosso e la pressione di essere il pretendente più accreditato al successo finale. Un anno fa Johnson fu quarto in Georgia, ma poco dopo si sbloccò conquistando il suo primo Major, lo US Open, e dando il via alla scalata verso il primo posto nella graduatoria mondiale. La sua straripante condizione psicofisica dovrebbe consentirgli di essere protagonista sin dalle prime battute anche ad Augusta, ma l’elenco degli altri potenziali favoriti fa davvero impressione.

Loading...
Loading...

Bubba Watson, tra gli altri, annovera già due vittorie al Masters, il cui percorso si addice particolarmente alle caratteristiche tecniche dell’americano, molto abile nel gioco lungo su un field che sembra piuttosto affine ai mancini come lui. Watson, tuttavia, da oltre un anno non riesce ad imporsi in un torneo importante e dovrà smaltire quanto prima la ruggine accumulata nel corso dei mesi per poter insidiare i migliori e scalare la leaderboard. Lo stesso discorso vale anche per il veterano Phil Mickelson, che vanta ben tre trionfi ad Augusta ma da troppo tempo non solleva al cielo un trofeo di prestigio e dovrà mettere in campo tutta la sua esperienza per puntare al massimo traguardo.

Jordan Spieth, intanto, sembra aver finalmente archiviato un anno pessimo grazie alla vittoria due mesi fa nell’AT&T Pebble Beach Pro-Am e mira a rinverdire i fasti del 2015, quando si impose sia ad Augusta sia nel successivo US Open, prendendosi prepotentemente la scena. Un anno fa Spieth fu secondo nel Masters, testimonianza evidente del suo feeling speciale con un torneo che nel 2016 si chiuse con l’incoronazione dell’inglese Danny Willett, anch’egli annoverato tra i favoriti, ma apparso in evidente calo, perlopiù mentale, dopo l’exploit della scorsa edizione. Anche il giapponese Hideki Matsuyama dispone di tutte le carte in regola per ambire alla vittoria, dopo aver stregato il mondo intero a cavallo tra la fine del 2016 e l’inizio del nuovo anno, e nelle ultime due edizioni ad Augusta ha ottenuto un quinto e un settimo posto.

A guidare la pattuglia europea sarà il fuoriclasse nordirlandese Rory McIlroy, che ambisce a colmare l’unica lacuna del suo palmarès nei Major e ad indossare la green jacket per la prima volta nella sua carriera dopo tre piazzamenti nella top ten nell’ultimo triennio. I fari saranno puntati anche sullo svedese Henrik Stenson, vincitore un anno fa della Race to Dubai e dell’Open Championship, e sull’esperto spagnolo Sergio Garcia, a cui ancora manca un sigillo nei Major. Ma anche l’australiano Jason Day, ex numero uno al mondo reduce da un lungo infortunio, potrebbe tentare il colpo di coda e tornare sul gradino più alto del podio proprio nel primo appuntamento clou della stagione. Tra i possibili outsider merita una menzione, infine, il canadese Adam Hadwin, che alla prima partecipazione all’Augusta Masters potrebbe far saltare il banco e sorprendere il mondo intero, suggellando con un clamoroso trionfo i notevoli progressi compiuti nei primi mesi del nuovo anno.

mauro.deriso@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Facebook
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Twitter Dustin Johnson

Loading...

Lascia un commento

scroll to top