Baseball, IBL 2016: prima giornata. Sorpresa Novara, tutto facile per Nettuno, Bologna e San Marino

Novara-Baseball-Twitter-Fibs.jpg

Nell’uovo di Pasqua la sorpresa della prima giornata di Ibl si chiama Novara. I piemontesi strappano due gare a una delle grandi favorite della stagione, il Rimini, e lo fanno dimostrando una inattesa maturità sia sul monte che nel box di battuta. In gara uno stesso numero di valide (7), ma Novara con un big inning chiude la pratica. Nella seconda partita, invece, sono i tre errori degli adriatici a favorire la squadra novarese che batte comunque di più (8 valide contro 6). Nel girone B, dal quale era obbligatorio iniziale proprio per una inattesa “doppietta”, chiude la pratica Padova il San Marino che fa suoi entrambi gli incontri. Nessun problema nel primo, finito per manifesta superiorità, più di qualche brivido nel secondo quando solo all’ottavo inning la formazione di Marco Nanni con due out e due uomini in base infila cinque punti dopo che Bazzarini viene rilevato sul monte da Tebaldi. Fino a quel punto i veneti (sul 2 a 0) non avevano sbagliato praticamente nulla.

Nel girone A il “Borghese” si riprende il baseball che conta dopo una serie di incertezze e con la cornice di pubblico che solo Nettuno sa dare la squadra di Alberto D’Auria centra la doppietta contro Padova. Partita a fasi altalenanti la prima, con un big inning al terzo (7 punti) che Parma cerca almeno di pareggiare punto per punto alla seconda. Ma Andreozzi (vincente) e Taschini (salvezza) tengono a bada fino in fondo le mazze avversarie anche se nel secondo incontro i ducali battono una valida in più dei tirrenici (10 a 9)
Quasi fa non fa testo la doppia e scontata vittoria dei campioni d’Italia del Bologna contro l’esordiente Padule che perde di larga misura entrambe le partite sotto il fuoco di fila del box felsine capace di 29 valide in due incontri. La squadra toscana aveva il compito più difficile, ma stando alle prime cose viste ha ancora molto da lavorare.

Gianni 23 (www.baseball.it)

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO SU BASEBALL.IT

Foto: Twitter FIBS

Tag

Lascia un commento

Top