Tennis, WTA Miami 2017: i risultati di mercoledì 29 marzo. Venus Williams implacabile! Stende Angelique Kerber e raggiunge Johanna Konta in semifinale

Prosegue la splendida avventura di Venus Williams nel WTA Premier Mandatory di Miami, in corso di svolgimento sui campi in cemento del Tennis Center di Crandon Park, in Florida. La campionessa statunitense ha centrato nella notte il suo quattordicesimo sigillo in carriera contro una giocatrice situata al numero uno del ranking mondiale, nonché la prima affermazione in assoluto ai danni di Angelique Kerber. La tedesca si è arresa con il punteggio conclusivo di 7-5 6-3 al termine di un incontro ben giocato da entrambe, nel quale tuttavia a fare la differenza è stata la maggiore incisività palesata dalla campionessa a stelle e strisce nei momenti cruciali. La trionfatrice degli Australian Open 2016, dal canto suo, ha pagato a carissimo prezzo un paio di black out alla fine del parziale di apertura e a metà del secondo set, risultati sufficienti per soccombere contro questa Williams, capace di issarsi in semifinale e di consentire alla sorella Serena di tornare momentaneamente in vetta alle classifiche a partire dal 24 aprile prossimo.

Ad attenderla nel penultimo atto ci sarà Johanna Konta, la quale ha beneficiato del repentino calo occorso a Simona Halep dopo che quest’ultima si era aggiudicata abbastanza agevolmente la frazione inaugurale con lo score conclusivo di 6-3. Cruciale è stato il tiebreak della seconda partita, caratterizzato da enorme tensione da parte di entrambe ma conclusosi appannaggio della testa di serie numero dieci grazie ad una serie di errori sciagurati commessi dalla rumena, tra cui due doppi falli in avvio del jeu decisif. Nel terzo set Simona ha pagato il contraccolpo psicologico oltre che l’enorme sforzo profuso nelle fasi precedenti, tanto da subire immediatamente un break dalla sua avversaria e cedere di schianto di fronte alle accelerazioni mortifere della tennista britannica con il punteggio di 3-6 7-6(7) 6-2. Per lei si tratta della terza semifinale di un 2017 fino questo momento davvero positivo, la seconda in un appuntamento Premier Mandatory dopo quella raggiunta a Pechino nella passata stagione.

simone.brugnoli@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo Twitter Miami Open

 

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Pentathlon, alla scoperta della giovane promessa azzurra Matteo Cicinelli: “Le Olimpiadi sono l’Obiettivo che si prefissa ogni atleta ed io non vengo meno a questa consuetudine…”

Judo, Grand Prix Tbilisi 2017: la stagione dell’Italia entra nel vivo. Tutte le stelle presenti in Georgia