Tennis, Masters 1000 Miami 2017: tre azzurri ai nastri di partenza, speranze riposte in Fabio Fognini e in un buon tabellone

tennis-fabio-fognini-wimbledon-fb-fognini.jpg

Ancora pochi giorni e prenderà il via il secondo Masters 1000 della stagione 2017 in programma sul cemento di Miami, in Florida, con il torneo che ha già dovuto prendere atto del forfait del numero uno del mondo Andy Murray e della probabile rinuncia di Novak Djokovic ancora alle prese con i soliti fastidi al gomito. L’esito della competizione si prospetta dunque più incerto che mai, pur nella consapevolezza che la struttura di Key Biscayne non offre certamente lo scenario accattivante e moderno ammirato nella settimana appena trascorsa a Indian Wells.

Saranno tre gli azzurri ai nastri di partenza già inseriti nel tabellone principale: stiamo parlando di Fabio Fognini, eliminato al terzo turno da Pablo Cuevas in California dopo aver illuso tutti eliminando il più quotato Jo-Wilfried Tsonga, Paolo Lorenzi, il quale ha potuto ben poco all’esordio contro Stan Wawrinka senza tuttavia sfigurare di fronte alla maggiore esplosività del fuoriclasse elvetico, e infine Andreas Seppi, ancora alla ricerca del proprio miglior tennis come testimoniato dalle recenti apparizioni a livello Challenger.

Difficili attendersi un risultato di grande prestigio dai nostri portacolori considerate anche le caratteristiche della superficie, spesso indigesta ai giocatori italiani in virtù della grande importanza ricoperta dal servizio e dall’incisività dei colpi da fondo campo. Sarà pertanto fondamentale un buon tabellone se si vogliono alimentare le speranze di centrare un bottino dignitoso in questo appuntamento, nella speranza che soprattutto Fognini riesca finalmente a mostrare tutti progressi effettuati in seguito alla nuova collaborazione con Franco Davin. “Cerchiamo di fare qualcosa di diverso, abbiamo cambiato alcune cose nel mio gioco anche a livello mentale” – queste le dichiarazioni recenti del tennista ligure. Non poteva mancare poi una battuta anche sull’imminente paternità: “Sono lontano da casa da 45 giorni ma sono contento perché Flavia è contenta. Sta bene e avremo il miglior regalo“. Il sogno di tutti gli appassionati è che il lieto evento possa incidere positivamente anche sulla carriera del talento azzurro.

simone.brugnoli@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Pagina Facebook Fognini

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top