Rally Messico, Mondiale 2017: riparte la sfida tra Latvala, Ogier e Neuville

Dopo un mese esatto torna il Mondiale Rally con il trentunesimo Rally Guanajuato Corona del Messico, terza prova stagionale, che segna l’esordio sullo sterrato. Con i suoi 19 stage per 370.46 chilometri, la corsa centramericana è la prima al di fuori dall’Europa e riproporrà la consueta battaglia tra il finlandese Jari-Matti Latvala (Toyota Yaris WRC) attuale leader del Mondiale e vincitore dell’edizione 2016, il francesce Sebastien Ogier su Ford Fiesta WRC (vincitore di tre edizioni), e Thierry Neuville (Hyundai i20 Coupè) che, al momento, ha il maggior numero di Prove Speciali vinte, ma senza aver portato a casa che briciole in fatto di punti.

Il Rally del Messico 2017 – C’è grande attesa a Città del Messico con la consueta immensa cornice di pubblico, numeroso e caloroso (si attendono oltre duecentomila persone), sin dal via di domani dalla celebre Plaza Zòcalo. Si partirà con due rapidissime prove di appena un chilometro e mezzo che faranno scaldare i piloti in vista degli stage più lunghi e selettivi. Dalla seconda giornata (e un trasferimento di circa 400 chilometri in direzione Sud-Est) si inizierà a fare sul serio nella regione del Guanajuato con due speciali di oltre 50 chilometri, passando per il circuito di Lèon (sia venerdì che sabato) prima del gran finale di domenica con il Derramadero Power Stage che chiuderà le ostilità.

Programma Rally del Messico 2017:

Giovedì 9 marzo

1x Street Stage CDMX1 1,57km ore 1:05 italiane
1y Street Stage CDMX2 1,57km

Venerdì 10 marzo

2 El Chocolate 1 54,9 km ore 18:28 italiane
3 Las Minas 1 19,68km ore 19:36
4 El Chocolate 2 54,9 km
5 Las Minas 2 19,68km
6 Street Stage Guanajuato 1,09km
7 SSS Autodromo de Leòn 2,3km
8 SSS Autodromo de Leòn 2,3km

Sabato 11 marzo

9 Media Luna 1 27,42km ore 15:33 italiane
10 Lajas de Oro 1 38,31 km
11 El Brinco 1 10,09 km
12 Media Luna 2 27,42 km
13 Lajas de Oro 2 38,31 km
14 El Brinco 2 10,09 km
15 SSS Autodromo de Leòn 3 2,3 km
16 SSS Autodromo de Leòn 4 2,3 km
17 Street Stage Feria de Leòn 2 a,33 km

Domenica 12 marzo

18 La Calera 32,96 km ore 17:43 italiane
19 Derramadero Power Stage 21,94 km
Totale km: 370,46

I favoriti Jari-Matti Latvala sta vivendo un inizio di stagione da sogno. Dopo aver rischiato di non poter correre visto l’addio della sua ex squadra, la Volkswagen, ha preso in mano una Toyota, l’ha riportata alla vittoria dopo quasi diciotto anni e ha preso il comando della classifica grazie alla vittoria nel Rally di Svezia. Il finlandese, inoltre, non vinceva proprio dal Rally del Messico della passata stagione. In quella occasione fu bravo a sfruttare un ordine di partenza benevolo e quindi strade più pulite e meno complicate. Tutto il contrario di quello che lo attende nei prossimi giorni.

Gli sterrati messicani saranno un banco di prova importante, per non dire già fondamentale per il belga Thierry Neuville che, al momento merita il premio di pilota più sfortunato del 2017. Ritiro per incidente a Montecarlo nell’ultima Prova Speciale quando era al comando. Ritiro per problemi ad una ruota in Svezia durante il terzo giorno di corsa. Dodici stage vinti e appena 8 punti portati a casa. Urge una inversione rapida di tendenza, altrimenti il titolo rischia seriamente di diventare irraggiungibile sin da subito.

Chi non ha bisogno di presentazioni o ulteriori stimoli è il 4 volte Campione del Mondo Sebastien Ogier che si è visto togliere lo scettro della prima posizione in classifica per la prima volta da, pensate un po’, febbraio 2014, oltre tre anni. Il francese, dopo la fortunata affermazione in terra monegasca, vuole tornare al successo in Messico e, come ogni volta, parte da grande favorito.

Tra gli altri piloti da prendere in considerazione non possiamo non citare Ott Tanak, terzo nella graduatoria stagionale con 33 punti, Kris Meeke e Stephane Lefebvre che dovranno portare in alto la Citroen (dato che mancherà Craig Breen) dopo un inizio di 2017 non certo positivo.

CLASSIFICA GENERALE DOPO DUE TAPPE:

1 JARI-MATTI LATVALA 48 PUNTI
2 SEBASTIEN OGIER 44 PUNTI
3 OTT TANAK 33 PUNTI
4 DANI SORDO 25 PUNTI
5 CRAIG BREEN 20 PUNTI
6 ELFYN EVANS 18 PUNTI
7 STEPHANE LEFEBVRE 10 PUNTI
8 THIERRY NEUVILLE 8 PUNTI
9 HAYDEN PADDON 7 PUNTI
19 ANDREAS MIKKELSEN 6 PUNTI

Foto: Facebook di Sebastien Ogier

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ginnastica, Aliya Mustafina subito in palestra dopo il parto? La Zarina punta al rientro a dicembre

Tiro a segno, Europei Maribor 2017: Veronika Major oro nella pistola ad aria compressa 10 metri juniores femminile. Rebecca Lesti chiude sesta