Parigi-Nizza 2017: Alberto Contador spettacolo! Attacca ma perde tappa e maglia di pochissimo

2017031250_121544-b1.jpg

Ci ha provato, come suo solito. Ha dato spettacolo, ma alla fine è stata una fatica inutile. Nell’ottava tappa della Parigi-Nizza, con partenza e arrivo proprio nella città del sole, Alberto Contador ha dato il tutto per tutto per provare a ribaltare l’andamento della corsa, purtroppo non riuscendoci davvero per poco. A vincere la frazione è stato l’altro spagnolo, David De La Cruz (Quick Step Floors), che ha sfruttato il lavoro del connazionale, andandolo a beffare proprio nella volata conclusiva. Ad aggiudicarsi il successo conclusivo è Sergio Henao (Team Sky) per soli 2” sul Pistolero.

Tutti se lo aspettavano e lui ci ha voluto provare, nonostante l’età e nonostante una situazione che sembrava, almeno alla vigilia, gestibile al meglio da Henao. Il capitano della Trek-Segafredo ci prova a ripetizione e, a circa 50 chilometri dal traguardo, riesce ad evadere dal gruppo. Sul Col d’Eze poi è l’ennesima sinfonia in piedi sui pedali, con la quale riesce a rimanere con i connazionali De la Cruz (Quick Step) e Soler (Movistar). Il trio vola verso il traguardo, con Contador che si ritrova spesso e volentieri in maglia gialla virtuale. Qualche aiuto arrivato da altre squadre e un po’ di disaccordo davanti riesce a far recuperare spazio alla maglia gialla Henao. Il colombiano si avvicina sempre di più al rivale che viene battuto in volata dal connazionale De la Cruz: l’abbuono non basta, sono 2” a dividere i due in classifica generale. In casa Italia bene Sonny Colbrelli che si aggiudica la volata dei battuti chiudendo quarto.

gianluca.bruno@oasport.it

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: © ASO/A.Broadway

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top