Calcio, Qualificazioni Mondiali 2018: Marco Verratti, Lorenzo Insigne, Ciro Immobile, gli ultimi esponenti di ‘Zemanlandia’ all’assalto dell’Albania

profilo-twitter-Uefa-3.jpg

Sono passate ormai quattro stagioni da quella magica promozione del Pescara di Zdeněk Zeman in Serie A ed oggi, nella rosa della Nazionale di Giampiero Ventura, un anello di congiunzione chiaro c’è ed è rappresentato da un tris di grandi calciatori: Marco Verratti, Lorenzo Insigne e Ciro Immobile.

Fu questo trio a garantire al club abruzzese una gioia che i tifosi e gli appassionati di calcio ricordano piuttosto chiaramente. Una formazione animata da grande voglia di giocare e sacrificarsi l’uno per l’altro mettendo in mostra il credo tattico del mister ceco: segnare un gol in più degli avversari. Un maestro il boemo i cui insegnamenti sono insiti nel modo di interpretare il darsi in campo dei tre ragazzi menzionati, protagonisti, nell’attualità, con le maglie del PSG, del Napoli e della Lazio.

Gli ultimi veri esponenti di “Zemanlandia” sono intenzionati a trascinare gli azzurri verso una vittoria contro l’Albania, domani alle ore 20:45, allo Stadio Barbera di Palermo, nella quinta giornata delle qualificazioni mondiali 2018. Un Ventura ‘travestito’ da Zeman, se ci consentite il termine, è quello che vuol schierare una formazione super offensiva.

Un 4-2-4 di grande qualità con Verratti ad illuminare la scena, coadiuvato da Daniele De Rossi, Insigne pronto a creare ed inventare calcio sulla fascia sinistra, deliziando la platea  con giocate sopraffine come in campionato (12 reti in Serie A), e poi l’accoppiata Immobile-Belotti (43 gol in due nella massima serie tricolore). Sarà questo il tema del match sul rettangolo di gioco siciliano.

L’Italia ha un solo obiettivo: vincere e tenere aperta la sfida per il primato del girone G con la Spagna. Le “Furie Rosse”, al momento, sono in vantaggio nel computo della differenza reti e possono contare sullo scontro diretto casalingo di settembre. Ai nostri portacolori non resta che continuare a centrare il bersaglio grosso sia contro la squadra di Gianni De Biasi e contro il Liechtenstein (11 giugno) per arrivare all’incontro con gli spagnoli (2 settembre) nel miglior modo possibile.

Non sarà facile. Lo sanno Marco, Lorenzo e Ciro perchè gli albanesi erigeranno un muro davanti alla loro porta. Il 4-5-1 di De Biasi, volto a coprire gli spazi e ripartire in contropiede sull’asse Taulant Xhaka – Armando Sadiku o Bekim Balaj sarà una delle armi degli ospito. Il ct azzurro si affida, dunque, alla classe del terzetto nonché anche alla statistica: la nostra Nazionale ha  vinto tutte le ultime cinque gare disputate a Palermo, tre con il punteggio di 1-0, due per 2-1.

Tra poco più di 24 ore sapremo come sarà andata e gli amici di una vita, contenti di ritrovarsi, vorranno saltare di gioia come ai tempi dello Stadio Adriatico.

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto da profilo twitter Nazionale Azzurra

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top