Beach volley. Viktoria Orsi Toth squalificata quattro anni


Quattro anni di stop: squalifica pesantissima per Viktoria Orsi Toth, l’azzurra del beach volley fermata per doping alla vigilia delle Olimpiadi di Rio. Questo il testo della sentenza emessa oggi da tribunale nazionale antidoping: “La Prima Sezione del Tribunale Nazionale Antidoping, nel procedimento disciplinare a carico dell’atleta Viktoria Orsi Toth (tesserata FIPAV), visti gli artt. 2.1, 4.2.1 e 4.11.1 delle Norme Sportive Antidoping, le infligge la squalifica di 4 anni, a decorrere dal 19 luglio 2016 e con scadenza al 18 luglio 2020, dispone l’invalidazione dei risultati eventualmente conseguiti dal 19 luglio 2016 e condanna l’atleta alle spese del procedimento quantificate forfetariamente in euro 378,00”.

Orsi Toth era risultata positiva, in un controllo effettuato da Nado Italia, a Roma, durante un periodo di allenamento, alla sostanza Clostebol Metabolita il 19 luglio 2016. La non negatività aveva costretto all’azzurra a rinunciare alla partecipazione ai Giochi Olimpici di Rio.

Lascia un commento

scroll to top