Volley, SuperLega – 20^ giornata: Trento e Modena vincono, sempre +1. Macerata terza, Perugia ok

Luca-Vettori-SuperLega.jpg

Le prime della classe soffrono, rimangono in campo a lungo ma vincono per 3-1. È questo il riassunto della 20esima giornata di SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile: Trento rimane al comando, con un punto di vantaggio su Modena che ha però già osservato il turno di riposo.

 

Trento conduceva agevolmente 2-0 contro Latina, squadra che all’andata aveva sgambettato i Campioni d’Inverno. Il terzo set sembra profilare un facile successo dolomitico, ma i laziali hanno una reazione d’orgoglio che trascina la contesta al quarto parziale. È battaglia fino a metà, poi i ragazzi di Stoytchev accelerano e si confermano al comando della classifica.

Super prestazione di Kaziyski (19 punti, 4 aces, 3 muri), capace di uno dei suoi migliori score stagionali; brillano però i 6 muri di uno scatenato Solé e le 16 segnature di Nemec.

 

Modena risponde e mantiene la scia di Trento soffrendo sul campo di Molfetta: sotto 1-0, i canarini ribaltano il risultato, tenendo a bada la verve dei pugliesi.

A fare la differenza è il rientrante Uros Kovacevic, rimasto fuori praticamente due mesi, che si ripresenta al pubblico con 17 punti (2 aces). Brillano anche i centrali: Verhees con 5 aces, Piano con 4 muri.

I ragazzi di Lorenzetti rimangono a -1 da Trento, ma sono pronti a tentare il sorpasso quando la capolista osserverà il turno di riposo (tra due settimane) o già settimana prossima quando ci sarà la super sfida con Macerata. Molfetta rimane al settimo posto, sempre con otto punti di vantaggio su Piacenza, in piena corsa per i playoff.

 

Macerata è costretta ai vantaggi da Città di Castello per conquistare il primo e il terzo parziale. I Campioni d’Italia sono però solidi nei momenti più caldi, riscattano in parte l’eliminazione dalla Champions League e rinforzano il terzo posto in classifica, con qualche speranza di insidiare Modena e Trento sfruttando gli scontri diretti.

Eccellente prestazione di Bartosz Kurek, top scorer con 16 punti. Giulio Sabbi ne segna 12, in doppia cifra anche Stankovic (10, 3 muri). Agli umbri non basta un super Randazzo (17 punti, 3 muri) e rimane al dodicesimo posto in classifica.

 

Perugia risponde alla vittoria di Verona nell’anticipo di ieri (3-1 su Monza), in una bellissima battaglia per il quarto posto. Gli umbri, galvanizzati dalla qualificazione ai quarti di finale di Champions League, si fanno sorprendere da un’arrembante Ravenna nel primo set. I ragazzi di Grbic mettono poi in atto la rimonta, che si concretizza in un tiratissimo quarto set risolto 31-29.

I protagonisti del trionfo sono i consueti: la potenza di Atanasijevic (28 punti), la concretezza di Fromm (24), la presenza sottorete di Beretta (4 muri). Ai romagnoli, incappati nella quarta sconfitta consecutiva e fermi all’ottavo posto con sei punti di vantaggio su Piacenza che ha riposato, non sono bastati i sei muri di Mengozzi e i 18 punti di Renan.

La ventesima giornata di SuperLega si completerà domani sera con il posticipo di fondo classifica tra Milano e Padova.

 

Di seguito tutti i risultati della 20esima giornata e la nuova classifica di SuperLega:

Energy T.I. Diatec Trentino vs Top Volley Latina     3-1 (25-21; 25-19; 19-25; 25-20)

Altotevere Città di Castello vs Lube Banca Marche Treia      0-3 (25-27; 21-25; 27-29)

CMC Ravenna vs Sir Safety Perugia     1-3 (25-21; 17-25; 18-25; 29-31)

Exprivia Neldiritto Molfetta vs Modena Volley       1-3 (25-20; 21-25; 19-25; 18-25)

Calzedonia Verona vs Vero Volley Monza     3-1 (17-25; 25-20; 25-20; 25-23)

Revivre Milano vs Tonazzo Padova         lunedì 23 febbraio, ore 20.30

RIPOSA: Copra Piacenza

 

# SQUADRA PUNTI PARTITE GIOCATE PARTITE VINTE
1. Trento 49 19 17
2. Modena 48 18 16
3. Macerata 43 18 14
4. Verona 38 19 13
5. Perugia 36 18 12
6. Latina 31 19 10
7. Molfetta 27 19 10
8. Ravenna 25 19 8
9. Piacenza 19 18 6
10. Monza 15 18 4
11. Padova 10 18 3
12. Città di Castello 10 18 3
13. Milano 6 17 3

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top