Ginnastica, Serie A – Trionfo Brixia ad Ancona! Spettacolo Fasana, gran rientro Mariani e Ferlito

La Brixia Brescia ha dominato la prima tappa della Serie A1 2015 di ginnastica artistica che si è appena conclusa al PalaRossini di Ancona. Le Campionesse d’Italia hanno controllato agevolmente la gara dalla prima all’ultima rotazione, rimanendo sempre tranquillamente al comando e aumentando il vantaggio sulle immediate inseguitrici esercizio dopo esercizio.

Le ragazze di Folco Donati hanno trionfato con complessivi 168.600 punti, rifilando addirittura 12 lunghezze di distacco all’Artistica 81 Trieste (156.550) e alla Pro Lissone (156.300) che hanno battagliato fino all’ultimo per le piazze d’onore.

 

Lo show di giornata è stato inscenato da una scatenata Erika Fasana, autrice di una performance davvero di altissimo livello (e siamo solo a inizio febbraio). La comasca giganteggia al volteggio con un sontuoso doppio avvitamento premiato in 15.100 (due decimi di bonus, comunque suo top di carriera); sorprendente alle ostiche parallele, pulita e precisa ben oltre le più rosee aspettative, capace di salire addirittura a 14.500 (un decimo di bonus, addirittura 5.7 il D Score); la ciliegina finale arriva all’amato corpo libero dove, da autentica finalista mondiale, conquista un super 14.700 (ma qui il bonus è di ben 0.4, 5.8 per le difficoltà); l’unica imprecisione arriva alla trave dove fatica e si ferma a 12.850 (5.3 la nota di partenza).

Esclusa la trave, Erika Fasana ha realizzato i migliori punteggi di giornata nelle altre specialità (alle parallele pari merito con Enus Mariani).

La somma è abbastanza semplice per la 18enne: 57.150 nell’all-around (56.450 senza bonus). I numeri parlano per lei, sono estremamente soddisfacenti e arrivano al termine di una fantastica battaglia a tre con Vanessa Ferrari e Carlotta Ferlito per il primato nel concorso generale individuale.

 

La Campionessa del Mondo 2006 ha preferito conservarsi al volteggio presentando un avvitamento e mezzo (contro il tradizionale doppio) che le è valso 14.300. Estremamente pulita alle parallele (14.000), alla trave viene invece un po’ penalizzata (13.950, 5.9 il D Score). Al corpo libero non spacca come d’abitudine e la Campionessa d’Europa si ferma a 14.350 (quattro decimi di bonus).

Per la bresciana sfuma così una potenziale vittoria nell’all-around invididuale dove è seconda (56.300). Dopo tre rotazioni Fasana, Ferrari e Ferlito (le tre F delle Olimpiadi 2012) erano racchiuse in soli due decimi e si profilava un ultimo giro da urlo. Carlotta, però, rientrava ottimamente in gara con delle bellissime novità e il miglior punteggio assoluto di giornata alla trave (14.350) cadeva dagli staggi (10.800), uscendo purtroppo dai giochi. Poco dopo la gara si è aperta un po’ di polemica su un presunto montaggio errato degli attrezzi.

 

La formazione della Brixia vincitrice era completata da Martina Rizzelli (eccellente al corpo libero 14.450 e a volteggio 14.700, per riscattare le cadute alle parallele da 12.600 e dalla trave da 12.100) e dalla giovane Francesca Noemi Linari (è entrato il suo risultato sui 10cm, 13.100).

L’altra grande notizia di giornata è però il super rientro di Enus Mariani. Dopo i 18 mesi di assenza causa infortuni e la sgambata di Acapulco, la Campionessa d’Europa juniores 2012 riabbracciava la Serie A con il body della sua Pro Lissone subito trascinata al terzo posto finale.

La 16enne iniziava ottimamente il pomeriggio con delle bellissime parallele asimmetriche: 14.500 (5.6 il D Score, 2 decimi di abbuono e miglior punteggio assoluto di giornata insieme alla Fasana) degne assolutamente di una Finale di specialità agli Europei. La sua gara procedeva con qualche sbilanciamento di troppo alla trave (12.900), con un ottimo corpo libero (13.800) e con la stoccata finale al volteggio (14.050 con un semplice avvitamento) che dà il là alla risalita della sua squadra verso il podio. Enus festeggia anche il terzo posto nell’all-around con un positivo 55.150.

Accanto a lei, sul terzo gradino del podio, Martine Buro, Giulia Paglia, la polacca Marta Pihan-Kulesza, Eleonora Gazzani e Vanessa Colantuoni.

 

Grande festa per l’Artistica 81 di Trieste che vince il volatone finale contro la Pro ed è seconda. Da valutarsi positivamente il rientro di Tea Ugrin dall’infortunio: la Campionessa Italiana Assoluta 2013 è sostanzialmente costante nell’arco del pomeriggio (13.350, 13.450, 13.050, 13.750 il suo score). Accanto alla giovane, al suo secondo anno da junior, l’eterna Federica Macrì che al dodicesimo campionato in Serie A si toglie una grandissima soddisfazione. Giorgia Campana, prestito estremamente di lusso, sale solo sulle amate parallele ma piazza una sverniciata da 13.900 (5.3). Jodie Padovan, Elisabetta Bobul e Ilaria Colizza completano la formazione di Diego Pecar.

 

La Gal Lissone stava disputando un’eccellente gara, nonostante l’assenza all’ultimo minuto di Elisa Meneghini. Le brianzole sono rimaste al secondo posto fino all’ultima giornata, quando sono crollate alle parallele: un bassissimo 33.700 di squadra (11.75 di Praz, 11.15 di Arosio, 10.8 di Ferlito) le ha relegate al quinto posto di giornata (154.450). Un vero peccato perché le ragazze di Claudia Ferré sono state le migliori in assoluto alla trave (14.35 di Carlotta, 13.200 di Alessia, 12.55 di Sophia Campana), nella giornata del buon debutto dell’allieva Sofia Arosio.

Quarto posto per la Ginnastica Giglio Montevarchi (155.250), capace di sfruttare al meglio l’ultima rotazione al volteggio per scavalcare la Gal e risalire la classifica. Da annotare il 14.050 di Lara Mori al corpo libero (4 decimi di bonus), con l’azzurra mondiale vera trascinatrice della squadra grazie anche al 13.65 alle parallele, il 13.35 alla trave e il 13.65 al volteggio.

 

Sesto posto per la Forza e Virtù 1892 di Novi Ligure (152.600), settima la ripescata Estate 83 (149.000), poi il vuoto. Ottava la neopromossa Juventus Nova Melzo (146.550), nona la Olos Gym 2000 di Roma (146.100, bravissime le giovanissime che erano già date come candidate numero 1 per la retrocessione), decima la ripescata Ginnastica Romana (146.050), undicesima la neopromossa Gymnasium Treviso (144.050), 12esima la Fratellanza Savonese (142.650, Francesca Deagostini ha gareggiato con la febbre).

La Serie A si prende tre settimana di pausa. La seconda tappa è in programma al Forum di Milano il prossimo 28 febbraio.

 

CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA DETTAGLIATA E I PUNTEGGI DI TUTTE LE GINNASTE

CLICCA QUI PER I PODI INDIVIDUALI DI GIORNATA

CLICCA QUI PER CRONACA, RISULTATI E CLASSIFICA DELLA GARA MASCHILE

Leggi tutte le notizie di oggi su OA Sport

LA NOSTRA STORIA

OA Sport nacque l'11 novembre del 2011 come blog chiamato Olimpiazzurra, per poi diventare un sito web dal 23 giugno 2012. L'attuale denominazione è in uso dal 2015. Nell'arco degli anni la nostra filosofia non è mai mutata: tutti gli sport hanno la stessa dignità. Sul nostro portale le Olimpiadi non durano solo 15 giorni, ma 4 anni. OA Sport ha vinto il premio come miglior sito di Sport all'Overtime Festival di Macerata nel 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Ginnastica, Serie A – Macerata di Cingolani vince al maschile. Buon Morandi

Ginnastica, Serie A – Tutti i podi individuali di giornata. Le migliori sono state…