Ginnastica, San Valentino con l’artistica! Gare da innamorati: WOGA e…Nadia Comaneci

Nadia-Comaneci-bella.jpg

San Valentino…con la ginnastica. Per chi è innamorato della Polvere di Magnesio è sicuramente il massimo. Ci aspetta un bel sabato di artistica in giro per il Mondo: ormai la stagione sta per entrare nel vivo e tutti i weekend saranno sempre più pieni di gara.

Dopo la scorpacciata di settimana scorsa con la prima tappa di Serie A, il 14 febbraio ci regala due eventi di seconda e terza fascia: il WOGA Classic e il Nadia Comaneci International Invitational.

 

Al Frisco Conference Center (Texas, USA) un roster di ottimo livello si darà battaglia per la prima competizione ufficiale agonistica su suolo statunitense (naturalmente non consideriamo NCAA, il Campionato Universitario). Ai blocchi di partenza ci sono delle ginnaste di primissimo livello: Alyssa Baumann, Campionessa del Mondo con i suoi USA; le cinesi Bai Yawen (vicecampionessa del Mondo alla trave) e Xie Yufen (membro della squadra d’argento a Nanning); la giapponese Natsumi Sasada, plurimedagliata mondiale e da anni sulla cresta dell’onda; le britanniche Raer Theaker e Georgina Hockenhull (entrambe già apparse in Coppa del Mondo).

Ashton Locklear, la cui favola si stava per compiere ai Mondiali di Nanning, era annunciata tra le partenti ma stando alle ultime indiscrezioni non dovrebbe scendere in pedana. Sarà della partita anche Katelyn Ohashi (ma ancora come Level 10, chissà se riprenderà lo status di elite…), vincitrice dell’American Cup nel 2013 e ultima (nonché unica…) ragazza capace di sconfiggere Simone Biles in un all-around.

Si tratta di una delle grandi classiche del panorama stelle e strisce, a cui in patria si tiene davvero molto. Se consideriamo l’eccellente presenza straniera, questa è a tutti gli effetti la prima gara internazionale del 2015.

 

Al Cox Convention Center di Oklahoma City (USA) andrà invece in scena il Nadia Comaneci International Invitational. Per il sesto anno consecutivo, la grande ginnasta rumena autentica icona della disciplina e prima donna a realizzare il leggendario 10.0 perfetto, organizza questo evento insieme al marito.

Da segnalare la presenza delle juniores rumene Alexandra Mihai, Olivia Cimpian e soprattutto Ioana Crisan. La stella dell’evento sarà però Jessica Lopez, la venezuelana che ha sbalordito nelle prime due tappe di Coppa del Mondo e che, salvo cataclismi, conquisterà clamorosamente la Sfera di Cristallo (solo Vanessa Ferrari ed Elsabeth Black, con una mega prestazione all’American Cup, possono strappargliela vista l’assenza di Larisa Iordache).

La competizione ha sempre avuto vincitrici di assoluto spessore tra cui spicca Sandra Izbasa che, dopo il titolo olimpico al corpo libero a Pechino 2008, onorò la connazionale Comaneci con la sua presenza vincendo a mani basse nel 2009. Nel 2013 fu invece la volta di Victoria Moors, la ginnasta capace di eseguire il movimento più difficile di tutta l’artistica (la sua I al corpo libero).

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top