Volley, SuperLega – Macerata sconfigge Perugia! Campioni d’Italia al comando, in attesa di Modena

Lube-Macerata-Treia-Superlega-volley.jpg

Al termine di una sfida combattutissima, Macerata sconfigge Perugia per 3-1 (23-25; 25-23; 26-24; 27-25) nell’anticipo della decima giornata di SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile.

Nel remake dell’ultima Finale Scudetto, sono i Campioni d’Italia a dettare legge, sfruttando al meglio la loro maggior freddezza nei momenti caldi dell’incontro caratterizzato da set terminati sempre con il minimo scarto possibile (e due ai vantaggi).

Con questo successo la Lube balza al comando della classifica, in attesa della capolista Modena che affronterà Latina, e spezza la serie delle nove vittorie consecutive firmata dalla Sir Safety.

 

I cucinieri hanno giganteggiato a muro (12 contro 5), brillando in attacco con i loro tre uomini migliori. Gli umbri, invece, sono venuti meno proprio nella battaglia punto a punto del terzo e quarto parziale (dove hanno avuto la palla per trascinare la contesa al tie-break, prima di farsi agganciare da Sabbi), faticando in fase offensiva.

A fare la differenza è stato un indemoniato Giulio Sabbi, autore di 24 punti (58%, 2 muri) con cui ha trascinato Macerata. E dire che l’opposto azzurro non aveva iniziato nel migliore dei modi, meritandosi anche la sostituzione con Kurek, lanciato nell’inedito ruolo di bomber (Fei indisponibile). Il buon supporto di Parodi (13) e Kovar (11, 3 muri), molto positivi in ricezione, ha fatto la differenza insieme alla diga centrale composta da Stankovic (9 punti, 3 muri) e Podrascanin (4 punti, 3 muri).

Atanasijevic, solito braccio armato di Perugia, è stato troppo falloso: 7 errori in battuta, 6 murate prese, 3 errori in attacco, un basso 37% in fase offensiva per 15 punti (3 aces). Fromm ha commesso meno imprecisioni, ma anche il suo braccio era meno caldo del solito (14, 35%). Simone Buti non è partito titolare nei primi due parziali, ma a metà incontro ha sostituito uno spento Beretta affiancando Barone. I ragazzi di Grbic hanno dovuto fare ancora a meno del palleggiatore De Cecco e, in un incontro così importante, ha sicuramente fatto la differenza.

 

(foto Legavolley)

Lascia un commento

Top