Volley, Italia all’estero – Zaytsev, Savani e tanti azzurri in “panchina”; coach da urlo!

Italia-Iran-World-League-Ivan-Zaytsev.jpg

Tanti italiani si sono ormai trasferiti all’estero per giocare. Vediamo come si sono comportati nell’ultimo weekend di gare.

 

In Russia è iniziato il girone di ritorno e si è giocata la 15esima giornata, l’ultima di questo 2014: il campionato riprenderà infatti il prossimo 4 gennaio dopo una piccola sosta e la Final Six della Coppa Nazionale.

Tutto facile per le big. Dragan Travica guida magnificamente il suo Belogorie Belgorod alla 15esima vittoria consecutiva (3-1 al Prikam Perm) e si conferma saldamente al comando della classifica da imbattuto. Il palleggiatore azzurro serve magnificamente Muserskiy e Ilinykh che realizzano 18 punti a testa.

I Campioni del Mondo hanno sette punti di vantaggio sulla Dinamo Mosca, che conferma il secondo posto grazie alla facile vittoria sul fanalino di coda Grozny (3-0). Ivan Zaytsev, però, è ancora assente: lo Zar non sta giocando da ormai tre settimane.

Il Guberniya Nizhniy Novgorod perde in casa 3-0 contro lo Zenit Kazan, terzo in classifica. Matteo Martino si ferma a 4 punti.

 

Assenza anche per Cristian Savani. L’ex capitano della Nazionale, che sta disputando un’ottima stagione, non va a referto. Il suo Shanghai si appoggia a Qing-yao Dai (24) e Kovacevic (14) per espugnare il campo del modesto Liaoning solo al tie-break. Il mezzo passo falso costa il sorpasso in vetta alla classifica del gruppo 2 del campionato cinese, ora guidato dallo Shandong con un punto di vantaggio.

 

La Turchia sta diventando sempre più Italia: le tre formazioni allenate dai coach azzurri stanno battagliando per la conquista del titolo d’inverno al femminile a una sola giornata dal termine.

Il VakifBank Istanbul allenato da Guidetti vince per 3-0 il derby contro il Galatasaray Istanbul di Barbolini (ora quinto in classifica, distaccato di undici lunghezze): punteggio bugiardo perché secondo e terzo set sono stati combattutissimi, entrambi trascinati ai vantaggi (29-27; 31-29). Tra le vincitrici Carolina Costagrande è rimasta ancora in panchina (turnover delle straniere); tra le perdenti Caterina Bosetti risponde presente dopo alcune uscite opache ed è la migliore delle sue (14 punti, 40% in attacco), Nadia Centoni segna 13 punti.

Lo squadrone di Guidetti ha così due punti di vantaggio sulle immediate inseguitrici: il Fenerbahce Grundig Istanbul di Marcello Abbondanza (3-1 al Besiktas) che ha lasciato in tribuna Leo Lo Bianco e che attende ancora il pieno recupero di Lucia Bosetti dall’infortunio; e l’Eczacibasi VitrA Istanbul di Giovanni Caprara, che ha rifilato un agevole 3-0 all’Idman Ocagi Trabzon.

 

Anche il campionato turco maschile è dominato da un coach italiano: Lorenzo Bernardi vince ancora (3-1 al Fenerbahce) e il suo HalkBank Ankara conferma la vetta della classifica con due punti di vantaggio sull’Arkas Spor Izmir. Mister Secolo ribadisce la propria imbattibilità, supportato dal solito Juantorena (16 punti, 50% in attacco), e dal suo acume tecnico-tattico (la frattura di un sito del palleggiatore Kiyak lo ha costretto a schierare Esko rinunciando a Kubiak di banda).

Il Galatasaray Istanbul di Flavio Gulinelli realizza il rimontone contro il Bursa, vincendo per 3-2 e salendo al quinto posto in classifica.

 

Nel campionato russo femminile non cambia nulla in vetta alla classifica perché le due big soffrono parecchio prima di vincere al tie-break. Antonella Del Core non gioca e la sua Dinamo Kazan fatica nettamente contro l’Omichka Omsk (tre set vinti con il minimo scarti, due persi nettamente): Yaneva e Chaplina in difficoltà, fondamentali i 28 punti della stella Gamova.

La squadra della schiacciatrice azzurra rimane così a una sola lunghezza dalla capolista Dinamo Krasnodar che si fa trascinare dai 30 punti di Kosheleva per sconfiggere la Dinamo Mosca.

Settima sconfitta consecutiva per il Leningradka San Pietroburgo, che rimane fermo in fondo alla classifica con 0 punti all’attivo: a nulla servono le 11 segnature di Simona Rinieri.

 

Valentina Arrighetti, dopo alcuni incontri giocati da opposta per emergenza di formazioni, torna centrale (6 punti) nella vittoria della sua Lokomotiv Baku contro il Telecom che vale il primo posto nel campionato azero. Ancora assente Valeria Rosso (infortunio), ha riposato il Rabita Baku di Francesca Ferretti (ora secondo a due punti dal Lokomotiv, ma con una partita in più da giocare).

 

In Polonia continua a sognare il Gdansk di Anastasi che infila la 13esima vittoria stagionale sconfiggendo a domicilio il Kedzierzyn-Kozle per 3-1. Falaschi e compagni ribadiscono così il terzo posto in classifica e ora sono a sole tre lunghezze dalla capolista PGE Skra Belchatow, costretta al tie-break dal Cuprum Lubin (vittoria per 3-2).

Quarto posto, invece, per lo Jastrzebski Wegiel allenato da Roberto Piazza che vince a Czestochowa (3-0) grazie ai 14 punti di Michal Lasko.

Al femminile il Chemik Police di Cuccarini si laurea Campione d’inverno sconfiggendo a domicilio dil Bydgoszcz (3-0).

 

Capitolo francese: il Lione guidato da Prandi perde 3-2 contro lo Chaumot; il Tolosa di Saitta viene sconfitto in casa della capolista Cannes per 3-1; il Beuavais di Medei ha espugnato Sete 3-2; il Tours di Oleg Antonov ha sconfitto 3-0 l’Ajaccio.

Nel femminile il Le Cannet di Riccardo Marchesi sconfigge 3-0 il St. Raphael e si mantiene incollato alla mattatrice Cannes.

Decima vittoria consecutiva per l’Almeria di Piero Molducci (3-0 a Ibiza) e primo posto nel campionato spagnolo maschile. Vetta del campionato tedesco maschile per il Berlino di Francesco De Marchi (3-0 al Duren).

Lascia un commento

Top