Scherma, Coppa del Mondo: Montano-Occhiuzzi argento e bronzo, Gregorio impresa sfiorata

scherma-aldo-montano-sciabola-new-york-bizzi-federscherma.jpg

L’ultimo appuntamento dell’anno per la scherma mondiale era a New York per la prova della sciabola maschile e femminile. L’Italia torna dall’America con due medaglie ed un’altra sfiorata e mancata per una sola stoccata.

Cominciamo dagli uomini, visto che sono loro ad aver regalato gli ultimi due podi azzurri di questo fantastico 2014 per la nostra scherma. Aldo Montano e Diego Occhiuzzi sono rispettivamente argento e bronzo al termine di un prova ottima per entrambi e che li aveva portati a scontrarsi in semifinale. Qui ha prevalso il livornese per 15-13, prima di essere sconfitto in finale dal coreano Kim con il punteggio di 15-10.
Nei turni precedenti Aldo aveva superato agevolmente gli altri avversari, eliminando nei 32esimi in un altro derby Alberto Pellegrini (15-7). La vittoria più bella, oltre a quella su Occhiuzzi, è certamente quella nei quarti contro il russo Yakimenko sconfitto per 15-10.

Anche Diego meritava la finale e solo la sfortuna di trovarsi davanti Aldo lo ha privato dell’ultimo atto, ma il campano ha tirato bene per tutta la giornata, eliminando ai quarti il coreano Gu Bonjil, testa di serie numero uno, con il punteggio di 15-11. Negli ottavi Occhiuzzi aveva inoltre fermato la corsa di Luigi Miracco, vincendo la sfida tutta italiana per 15-11.

Giustiziere degli azzurri è stato il francese Vincent Anstett, che ha sconfitto subito Luigi Samele (15-11) e poi si è ripetuto negli ottavi con Enrico Berrè (15-9).

Ha sfiorato la medaglia una straordinaria Rossella Gregorio, che nei quarti di finale si è dovuta inchinare alla regina Olga Kharlan, ma solamente per 15-14. La campionessa ucraina poi si è involata comodamente verso la medaglia d’oro e c’è grande rammarico perchè al suo posto poteva esserci la campana, che cerca ancora la sua prima vittoria in Coppa del Mondo.

Rossella è stata la migliore delle azzurre, con la sola Irene Vecchi capace di raggiungere come lei gli ottavi di finale, prima di trovarsi di fronte proprio la Kharlan e venir sconfitta per 15-10.

L’ucraina in finale ha superato 15-12 la russa Velikaya, mentre le medaglie di bronzo sono finite al collo dell’americana Zagunis e della sorpresa argentina Perez.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

twitter Andre_Ziglio

foto da pagina FB della FIS di Augusto Bizzi per Federscherma

Lascia un commento

scroll to top