Pattinaggio di figura, Campionati italiani: i protagonisti annunciati, attesa per Cappellini/Lanotte

luca.lanotte.anna_.cappellini.luca_.renoldi.photo_.jpg

Da sabato nella città delle Olimpiadi invernali del 2006 si terranno i Campionati nazionali seniores di tutte le categorie di pattinaggio di figura, compreso il sincronizzato. Un evento quest’anno molto importante e ancora più di valore, perché ricorrerà il centesimo anniversario dal primo Campionato Italiano. Sul ghiaccio del Palavela della città della Mole Antonelliana, Torino, si sfideranno a suon di pattini i migliori azzurri.

In campo femminile, assenti Carolina Kostner per l’anno sabbatico, Valentina Marchei, che vedremo in coppia, e Francesca Rio, recentemente ritiratasi dalle competizioni, la lotta per il primo posto è aperta. Roberta Rodeghiero, dopo i recenti risultati nelle gare internazionali, potrebbe candidarsi alla vittoria: la campionessa del Sesto Ice Skate in questa stagione ha compiuto tanti progressi dal punto di vista tecnico, come la nuova combinazione triplo-triplo. Inoltre già l’anno scorso aveva ottenuto un ottimo undicesimo posto ai Campionati Europei. Grande attenzione anche per un’altra veterana, Carol Bressannutti, che sicuramente vorrà tentare di salire per la prima volta sul podio tricolore. Anche le giovani sono agguerritissime: Guia Tagliapietra, Giada Russo, già bronzo due edizioni fa, Sara Casella e Micol Cristini non vorranno lasciarsi scappare l’occasione di conquistare una medaglia, che vale anche il pass per i Campionati europei e mondiali.

Nella danza i pronostici vedono favoriti i campioni italiani, europei e mondiali della stagione 2013/2014: Anna Cappellini e Luca Lanotte sono attesi per la conferma, ma anche per guardare i progressi compiuti sui nuovi programmi, che all’inizio stentavano a decollare.  L’argento si può dire che sia prenotato da Charlène Guignard e Marco Fabbri, che proprio al Golden Spin hanno messo in campo un livello di pregio e hanno presentato due programmi molto convincenti: a Stoccolma potranno confermarsi tra le migliori sei o sette coppie. Attesa anche per alcuni duo di recente formazioni, Federica Bernardi e Saverio Giacomelli: lei gareggiava con Cristopher Mior, mentre lui nell’individuale. Entrambi hanno già mostrato di essere atleti validi. Da non dimenticare anche Ekaterina Riazanova e Simone Vaturi, la prima ha ottenuto ottimi risultati con Ilya Tkachenko per la Russia, mentre quest’ultimo è stato più volte sul podio azzurro con Lorenza Alessandrini.  Le aspettative sono rivolte anche verso Misato Komatsubara e Andrea Fabbri ed i fratelli Sofia e Leo Luca Sforza, argento juniores l’anno precedente.

Tra gli uomini Ivan Righini è sicuramente il possibile vincitore di questa centesima edizione: durante queste prime competizioni ha spesso commesso diversi errori nel libero, rovinando quanto di buono aveva eseguito nel corto. L’azzurro proverà a presentare due programmi puliti, con lo sguardo rivolto però verso i prossimi eventi importanti da gennaio. Per la seconda posizione la sfida sarà più dura: Matteo Rizzo, Giorgio Settembrini , Carlo Vittorio Palermo e Mattia Dalla Torre tra i giovani hanno realizzato perfomance di spessore. Anche Dario Betti, campione delle rotelle, sarà in pista a Torino. Si è ritirato all’ultimo Maurizio Zandron.

Nella gara delle coppie di artistico, dopo la separazione tra Stefania Berton e Ondrej Hotarek, potrebbero affermarsi Nicole Della Monica e Matteo Guarise, visibilmente migliorati e in crescita nelle competizioni disputate: gli azzurri hanno davvero lavorato sia tecnicamente sia artisticamente durante l’estate. Rivedremo sul ghiaccio anche Valentina Marchei e Ondrej Hotarek, che sia a Varsavia che a Zagabria hanno portato a casa una terza e una seconda posizione: sicuramente non sono un duo da sottovalutare e nei prossimi anni lo dimostreranno. I giovani Alessandra Cernuschi e Filippo Ambrosini sono il futuro del Bel Paese: non sempre sono andati a segno, ma l’anno scorso hanno conquistato l’ottavo posto ai Mondiali juniores, risultato mai raggiunto dall’Italia, e il bronzo in una tappa di Grand Prix juniores.

Nel sincronizzato, infine, le Hot Shiver dovranno cercare ancora una volta di rimanere imbattute e conquistare il primato nazionale sulle Shining Blades e Flying Angels.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

eleonora.baroni@olimpiazzurra.com

Foto: Luca Renoldi- www.lucarenoldiphoto.com

Lascia un commento

Top