Judo, 52 kg: Majlinda Kelmendi si conferma dominatrice incontrastata, Giuffrida c’è

Judo-Majlinda-Kelmendi-Odette-Giuffrida-Andreea-Chitu-Romy-Tarangul.jpg

Siamo giunti al terzo appuntamento con il nostro viaggio tra le quattordici categorie di peso del judo, con l’obiettivo di ripercorrere quanto accaduto nel 2014. Per ogni categoria, vi proporremo il ranking IJF di fine anno ed alcuni video salienti, ricordando i vincitori dei titoli più importanti ed i risultati dei migliori italiani. Quest’oggi tratteremo delle donne, e più in particolare della categoria 52 kg.

LE PROTAGONISTE

Nelle ultime due stagioni, la dominatrice incontrastata della categoria è stata la kosovara Majlinda Kelmendi. Classe 1991, questa fuoriclasse non perde un incontro dall’aprile 2013, quando l’azzurra Odette Giuffrida la sconfisse ai quarti di finale dei Campionati Europei. Laureatasi già campionessa iridata nella passata stagione, Kelmendi ha inanellato i successi nel 2014, vincendo il titolo europeo e quello mondiale, ma anche i Grand Slam di Parigi ed Abu Dhabi, nonché i Grand Prix di Samsun, in Turchia, e Budapest. Dopo l’ammissione del suo Paese da parte del Comitato Olimpico Internazionale in vista di Rio 2016, questa formidabile atleta spera di scrivere una nuova pagina nella storia dello sport kosovaro conquistando una medaglia a cinque cerchi, possibilmente d’oro. Prima, però, ci sarà da affrontare la stagione 2015, nella quale si prospetta un nuovo assolo firmato Kelmendi, visto che nessuna delle sue avversarie sembra in grado di porre fine al suo regno. Non è un caso, del resto, che proprio lei sia considerata come la miglior judoka in ambito femminile fra tutte le categorie di peso.

La prima delle altre, almeno stando al ranking IJF, è la rumena Andreea Chițu, esperta ventiseienne che difficilmente manca gli appuntamenti importanti. L’atleta della Muntenia, infatti, si fa sempre trovare pronta quando in palio ci sono medaglie importanti, come dimostrano il bronzo europeo e l’argento mondiale vinti quest’anno. Nella competizione iridata, in particolare, ha impressionato la sua grande solidità, che ha subito una battuta d’arresto solamente al cospetto di Kelmendi. In bacheca, poi, ha messo anche due medaglie d’oro, vincendo i Grand Prix di Tashkent (Uzbekistan) e Jeju (Corea del Sud).

Su questo podio virtuale troviamo anche la brasiliana Erika Miranda, ventisettenne che quest’anno si è guadagnata il suo secondo titolo panamericano della carriera, classificandosi anche terza ai Campionati Mondiali di Čeljabinsk ed al Grand Slam di Tjumen’, sempre in Russia.

Parlando proprio di Russia, poi, non si può trascurare l’ottima stagione di Natalia Kuziutina, medagliata d’argento europea e terza classificata nella prova iridata. Una nuova conferma per colei che può essere definita come la leader del judo femminile nel suo Paese, vincitrice anche dei Grand Prix di Düsseldorf e Qingdao.

LE AZZURRE

La ventenne Odette Giuffrida ha confermato quest’anno il suo ruolo di miglior azzurra per quanto concerne questa categoria. La campionessa italiana ha vinto l’European Open di Madrid, e si è confermata altamente competitiva nelle rassegne giovanili, confermandosi medaglia d’oro agli Europei junior e medaglia di bronzo agli Europei Under 23, proprio come nel 2013. Presente nella top 20 del ranking mondiale, Giuffrida ha raggiunto un risultato di alto prestigio sia al Grand Prix di Budapest che a quello di Samsun, essendosi classificata in entrambi i casi seconda alle spalle dell’imbattibile Kelmendi. L’unica nota negativa sta nella mancata riuscita per quanto riguarda le grandi competizioni senior, Europei e Mondiali. A Montpellier, in particolare, l’azzurra è stata battuta al primo turno da Alexandra Larisa Florian (Romania), mentre nel 2013 aveva sfiorato il podio. La sua giovanissima età, però, ci fa pensare che il margine di miglioramento sia ancora elevato, e già a partire dall’anno prossimo potrebbero arrivare soddisfazioni ancora maggiori, in vista di una qualificazione più che probabile alle Olimpiadi di Rio.

Per quanto riguarda Rosalba Forciniti, la medagliata di bronzo di Londra 2012, va registrata la sua scelta di prendersi una pausa per maternità, interrompendo così quel dualismo con la più giovane connazionale che aveva appassionato in molti ad inizio anno. La cosentina ha comunque lasciato il segno in questo 2014, tornando sui tatami internazionali con uno splendido argento al Grand Prix di Tbilisi.

IL RANKING

1 Majlinda Kelmendi KOS
2 Andreea Chițu ROU
3 Erika Miranda BRA
4 Natalia Kuziutina RUS
5 Yuki Hashimoto JPN
6 Mareen Kräh GER
7 Gili Cohen ISR
8 Yanet Bermoy Acosta CUB
9 Annabelle Euranie FRA
10 Jaana Sundberg FIN
11 Tsolomon Adiyasambuu MGL
12 Misato Nakamura JPN
13 Joana Ramos POR
14 Ilse Heylen BEL
15 Laura Gómez Ropiñón ESP
16 Christianne Legentil MRI
17 Ma Yingnan CHN
18 Yulia Ryzhova RUS
19 Odette Giuffrida ITA
20 Roni Schwartz ISR

55 Rosalba Forciniti
127 Elena Moretti
152 Fabiola Pidroni

I VIDEO

Finale Mondiali 2014: Majlinda Kelmendi (KOS) vs Andreea Chițu (ROU)

Finale Grand Prix Samsun 2014: Majlinda Kelmendi (KOS) vs Odette Giuffrida (ITA)

Finale Grand Prix Budapest 2014: Majlinda Kelmendi (KOS) vs Odette Giuffrida (ITA)

 

48 kg: Munkhbat prima, ma la regina è Kondo. Brava Moscatt
60 kg: Boldbaatar Ganbat spodesta Naohisa Takato

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

WEB TV

Lascia un commento

scroll to top