Equitazione: Belgio e Olanda si spartiscono il bottino

Equitazione-Pieter-Devos.jpg

Dopo i trionfi olandesi della giornata di sabato, i padroni di casa del Belgio hanno risposto ai vicini Oranje nelle gare di domenica in quel di Mechelen. Nonostante ciò, è stata proprio l’Olanda a vincere la competizione più importante di ieri, il Grand Prix Freestyle del CDI cinque stelle di dressage. L’amazzone Danielle Heijkoop, infatti, ha ottenuto 83.000 punti percentuali in sella a Siro NOP, precedendo la connazionale Adelinde Cornelissen su Jerich Parzival NOP (82.050%). Staccato dalle due olandesi, lo svedese Patrik Kittel su Watermill Scandic si è impadronito della terza posizione (77.600%).

Nel Grand Prix Special, invece, la belga Julie de Deken su Lucky Dance ha conquistato il primo posto con una percentuale di 72.765%, sconfiggendo l’olandese Patrick van de Meer su Uzzo (71.882%) e l’altro binomio di casa, quello formato da Françoise Joux-Hologne e Wodan (79.882%).

Passando al salto ostacoli, la competizione con jump-off, la più attesa di ieri, ha premiato il belga Pieter Devos su Dream of India Greenfield, capace di terminare il percorso decisivo in 35″24, naturalmente senza errori. In seconda posizione si è classificato il brasiliano Marlon Módolo Zanotelli su Malou (35″56), mentre il podio è stato completato dall’olandese Jur Vrieling, grande protagonista delle gare di sabato, su Flash Dance V. Kalevallei (36″73).

Il Belgio ha trionfato anche nella prova di velocità, dove Nils Bruynseels e Domingo hanno fatto segnare il tempo di 61″67, battendo così gli svedesi Douglas Lindelöw su Talina (62″21) ed Henrik von Eckermann su Crespo PKZ (63″28). Pur avendo ottenuto il miglior tempo (60″66), il britannico Guy Williams su Casper de Muze ha chiuso solamente al quarto posto a causa di un errore su un ostacolo.

Infine, a rompere il dominio del Benelux ci ha pensato l’austriaco Markus Saurugg, che in sella a Zita 94 è salito sul gradino più alto del podio nella prova contro il tempo. In 66″90, il cavaliere biancorosso ha preceduto due binomi britannici: quello formato da Joe Clee e Vedet de Muze ET, secondo in 71″94, e quello composto da Guy Williams e Zaire, terzo con un crono di 72″60.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

scroll to top